Ora legale, ci siamo: ecco quando cambiare orario, lancette da spostare avanti di 1 ora

È (quasi) arrivato il momento di spostare le lancette degli orologi in avanti. I dettagli

Ora legale, il momento è arrivato. Il passaggio dall’ora solare a quella legale avverrà infatti nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo 2020.

Le lancette andranno spostate di un’ora avanti alle due del mattino, che quindi diventeranno le tre. La conseguenza sarà quella di avere giornate all'apparenza più lunghe e più ore di luce nel pomeriggio, con il buio che arriverà più tardi.

In compenso l’ora legale "regalerà" anche sessanta minuti in meno di sonno a lombardi e milanesi, comunque costretti in casa dall'emergenza Coronavirus.

Torna l’ora legale il 29 marzo 2020 

Il cambio di orario è stato pensato per regalare un'ora di luce in più al giorno, in modo da consumare meno corrente elettrica.

Il fisico delle persone impiega alcuni giorni ad adattarsi al cambio dell'ora, a causa dell'orologio biologico.  Un buon consiglio per permettere all'organismo di adattarsi - ripetuto ogni anno dagli esperti - è quello di posticipare leggermente e gradualmente, ad esempio di un quarto d’ora, gli orari dei pasti e il momento di andare a letto.

Ma il cambio di orario non doveva essere abolito?

L’ora solare resterà in vigore fino all’ultima domenica di ottobre, quando bisognerà spostare di nuovo le lancette, ma indietro.

Nel 2020, quindi, altro cambio di orario anche a lungo le autorità europee e dei vari Stati hanno pensato di abolire il cambio. In effetti lo scorso anno il Parlamento europeo aveva sostenuto la fine del passaggio dall'ora solare a quella legale con una risoluzione, lasciando però agli Stati membri dell'Unione il diritto di decidere se mantenere o meno il cambio di orario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mese di giugno il governo italiano ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione attuale, senza variazioni. Il governo Conte bis non ha presentato modifiche al documento: quindi resta tutto inalterato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento