È emergenza sicurezza sui treni: 'Servono i militari subito, chi viaggia deve sentirsi sicuro'

L'attacco dell'assessore De Corato: "Ormai i treni sono diventati zona franca". Tutti i dettagli

Aggressioni, violenze, tentati stupri. Sempre con un treno come teatro, sempre in un vagone. A lanciare l'allarme sicurezza sui convogli lombardi è Riccardo De Corato, assessore a sicurezza, immigrazione e polizia locale del Pirellone. 

"Ormai i treni sono diventati zona franca - le sue parole -. Non c'è più tempo da perdere, è arrivata l'ora di predisporre un vero e proprio piano sicurezza che passi dalla presenza dei militari alla video sorveglianza sui treni, per le tratte più pericolose. Stazioni e convogli devono essere protetti. Viaggiare in sicurezza deve essere un diritto fondamentale per gli utenti". 

È stato lo stesso De Corato, poi, a stilare una sorta di lista degli ultimi episodi più gravi. "Sono numerose - ha ricordato l'assessore - le aggressioni che si sono registrate sui treni o nelle stazioni da inizio anno. Per citarne alcuni, il 12 febbraio, sul treno sulla tratta Milano-Brescia, un 40enne senegalese ha spinto una ragazza di 22 anni contro la porta del bagno e ha tentato di violentarla. Il primo luglio in stazione a Lecco un capotreno ed una guardia giurata sono stati aggrediti, il primo preso a pugni, per aver ripreso un gruppo di stranieri ubriachi che tirando delle bottiglie verso le porte del convoglio". 

"Il 9 novembre - ha evidenziato De Corato - una donna di 33 anni sul treno Lecco-Milano Garibaldi, ha dovuto fronteggiare un gruppo di molestatori completamente da sola. Il 10 ottobre un libico di 23 anni è stato arrestato dai carabinieri per aver rapinato e picchiato un pakistano di 28 anni su un convoglio Trenord che percorre la tratta Milano-Bergamo. Il primo novembre - ha continuato l'assessore - sulla tratta Albairate- Seregno S9 una 22enne è stata vittima di una tentata violenza da parte di un egiziano". 

"Non è possibile - ha concluso l'assessore alla Sicurezza - che chi viaggia sui treni debba rischiare quotidianamente di essere aggredito, rapinato, le donne violentate e il personale viaggiante assaltato". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Quindi come intendete procedere?

  • Mi domando se De Corato pensa ogni tanto. Il problema non sono i treni, sono le persone che abbiamo fatto entrare senza garanzie e controlli e che continuiamo a tenere qui nonostante i numerosi reati che continuano a commettere. Non serve metter un agente ogni metro, tanto sono inutili con i nostri giudici e leggi.

  • un volta c erano i City Angels con tanto di basco e divisa e tutti in città li stimavano... poi poco tempo fa si offrirono altri gratuitamente a presidiare sui treni ma ovviamente visto il periodo, i giornaletti e alcune fazioni (colpevoli di questo scempio e delinquenza) li hanno chiamati RONDE e si scatenò la polemica... e non avevano manco il basco...quindi per i sinistrorsi meglio lasciare i delinquenti sui treni....

    • Sinistrorsi? Sinistronzi vorrai dire!!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Milano, apre il nuovo Starbucks in centro: locale già pieno, c'è anche il Frappuccino

  • Rogoredo Corvetto

    Ubriaco e senza patente fugge dai carabinieri con la Ducati: preso dopo folle inseguimento

  • Attualità

    Skidome dove si scia al chiuso: in Lombardia ben due progetti, Arese e Selvino

  • Cronaca

    Rogoredo, in via Orwell lo spaccio continua attraverso un buco aperto nel muro

I più letti della settimana

  • Ecco l'inverno: con il grande freddo arriva la neve in Lombardia, fiocchi anche a Milano

  • Milano, rapina in farmacia, inseguimento e spari: arrestati una 18enne e un 19enne

  • Metro rossa bloccata tra Qt8 e San Leonardo: brusca frenata, 14 feriti, coinvolti 2 bambini

  • Milano, violenza sessuale sul bus: ragazzina aggredita e molestata a bordo in pieno giorno

  • "Ragazzi come zombie e mare di siringhe e rifiuti": sopralluogo al 'boschetto della droga'

  • Violenta rapina a Milano: nella gang c'è una ragazzina armata che poi spara ad un amico

Torna su
MilanoToday è in caricamento