Alvin, il bimbo tornato dalla Siria: "La mia mamma morta in un bombardamento"

Il piccolo, portato via dall'Italia dalla madre, combattente Isis, è stato ascoltato dagli investigatori del Ros, delegati dal capo del pool antiterrorismo milanese, Alberto Nobili e dal pm Alessandro Gobbis

Il bimbo con il padre e la sorella (foto Croce Rossa Italiana)

"Mia mamma è morta sotto un bombardamento, io ero con lei". Queste le parole pronunciate tra le lacrime da Alvin, il bambino di 11 anni tornato in Italia lo scorso 8 novembre dalla Siria, dove la madre Valbona Berisha, radicalizzata e divenuta foreign fighter dell'Isis, lo aveva portato nel 2014 dopo aver deciso di combattere per lo stato islamico, togliendolo in questo modo al padre che vive nel Lecchese.

Alvin è tornato in Italia

Il piccolo ha raccontato di come la madre sia morta, nel corso di un'audizione protetta, alla quale era presente anche uno psicologo, davanti agli investigatori del Ros, delegati dal capo del pool antiterrorismo milanese Alberto Nobili e dal pm Alessandro Gobbis. Il bambino a breve verrà ricoverato per ricevere un intervento alla gamba, rimasta ferita nella stessa esplosione che ha provocato il decesso della madre.

Alvin, nato 11 anni fa in Italia e di origine albanese, è stato ritrovato nel campo profughi di Al Hol sotto il controllo dei curdi, che ospita oltre 700mila persone, in prevalenza compagne e figli di combattenti jihadisti in prigione. Dopo un'operazione congiunta della polizia italiana, dei funzionari dello Scip, il Servizio di cooperazione internazionale, delle autorità albanesi, con il supporto della Farnesina e la collaborazione del Ros di Milano, il bambino è stato riportato in Italia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bimbo è ancora sotto choc a causa del forte trauma subito. Per questo gli investigatori e gli inquirenti lo sentiranno di nuovo soltanto tra un mese e dopo che sarà stato operato. Alvin, nella mattinata di giovedì 14 novembre, ha confermato che ha visto la madre morire in un bombardamento mentre si trovava con lei in un campo profughi in Siria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento