Casa degli artisti, dopo anni riapre con una grande festa inaugurale

Si accinge a riaprire i battenti a 110 anni della sua nascita. Presente alla cerimonia dell'1 febbraio l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno

Casa degli artisti

Con una grande festa aperta a tutta la città inaugurerà sabato 1 febbraio la 'Casa degli artisti' di Garibaldi, che si accinge a riaprire i battenti a 110 anni della sua nascita. Alla cerimonia di apertura, in programma dalle 15:30, l'assessore alla Cultura, Filippo del Corno.

Nel corso della giornata il giardino antistante la casa, in via Cazzaniga angolo corso Garibaldi, verrà anche intitolato alla memoria di Giuseppina Pasqualino di Marineo, meglio nota Pippa Bacca, brutalmente assassinata il 31 marzo 2008 a Gebze in Turchia, durante la performance itinerante Spose in Viaggio - Brides on tour, un progetto condiviso con l’artista Silvia Moro con cui si era proposta di attraversare - in autostop vestite in abiti da sposa - undici paesi straziati da conflitti e miseria per collegarli con la forza di un messaggio d’amore e di vita.

Il programma della festa inaugurale

Dopo anni di abbandono, la Casa degli artisti torna a disposizione dei creativi di tutto il mondo e della città. Durante la festa di riapertura, che avrà inizio alle 15 e proseguirà fino alle ore 23, sono previsti laboratori dedicati ai bambini, momenti di musica, danza performativa, letture e l’ufficiale benvenuto ai primi artisti che riporteranno l’arte dentro la Casa per farla rivivere e che in questa potranno avere il loro atelier in residenza. All'interno della struttura esporrà la mostra 'Pippa Bacca. Sempreverde', con una selezione dei suoi lavori più importanti. La mostra, ad ingresso libero, sarà aperta al pubblico dal 4 al 13 febbraio.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento