Area B: ecco come ridurrà l'inquinamento e lo smog a Milano

Uno studio rivela che il biossido d'azoto (No2) scenderà a livelli "normali"

Repertorio

Con Area B potrebbe praticamente risolversi il problema dell'inquinamento da biossido d'azoto (No2). Lo sostiene l'associazione Cittadini per l'aria, che ha commissionato ad Arianet uno studio per capire i flussi di automobili e le conseguenze sullo smog quando sarà stato introdotto il provvedimento del Comune di Milano, che sarà la zona a traffico limitato più grande d'Italia.

In prospettiva, quando verrà vietato l'ingresso a tutti i veicoli diesel inclusi gli Euro 5, secondo lo studio la porzione di Milano in regola con la concentrazione media annuale di No2 passerà dal 25% al 95%. Questo perché il 74% delle emissioni di No2 a Milano deriva dal trasporto e i veicoli diesel ne sono responsabili per il 93%. 

Area B entra in vigore il 25 febbraio 2019 e di anno in anno avrà nuove limitazioni per i veicoli via via meno inquinanti. Si comincia con il divieto per auto a benzina Euro 0 e auto diesel fino a Euro 3 senza Fap. Non sono al momento previsti divieti nemmeno negli anni successivi per Euro 5 e 6 a benzina e per Gpl, metano, bifuel, ibride ed elettriche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento