Milano, ex direttore del Parco Adda Nord fa assumere l'amante e finisce a processo

A deciderlo è stato il gup Giusy Barbara che ha accolto la richiesta del pm Giovanni Polizzi

Avrebbe pilotato la nomina, creando "artificiosamente" un posto di lavoro per la donna con cui "era legato da una stabile relazione affettiva", facendole, quindi, ottenere prima "l'assunzione e poi la progressione funzionale ed economica". Per questo motivo Giuseppe Minei, ultrasessantenne architetto ed ex direttore del Parco Adda Nord è stato mandato a giudizio a Milano per turbativa d'asta, abuso di ufficio e falso. 

Reato, il primo, che costerà il processo anche lei, Francesca Moroni, di 26 anni più giovane di lui, come comunica l'Ansa. Il dibattimento si aprirà il prossimo 10 ottobre davanti al Tribunale di Milano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A deciderlo è stato il gup Giusy Barbara che ha accolto la richiesta del pm Giovanni Polizzi, titolare delle indagini, e la proposta di patteggiamento, pena sospesa, di un terzo imputato, mentre la posizione di un quarto indagato era stata stralciata per la richiesta di archiviazione.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento