Slitta a luglio l'aumento del biglietto Atm a 2 euro

L'integrazione tariffaria ha bisogno di tempo: Sala avrebbe voluto far partire la variazione da aprile, ma non sarà possibile

Slitta (forse) a luglio l'aumento del biglietto ordinario di Atm a 2 euro. Finora il sindaco di Milano (e della Città Metropolitana) Giuseppe Sala era intenzionato a partire ad aprile con la variazione tariffaria, anche se osteggiato da Regione Lombardia, sfruttando la maggioranza che avrebbe "racimolato" nel consiglio d'amministrazione dell'Agenzia del trasporto pubblico locale che riunisce province e comuni di Monza, Lodi e Pavia oltre a Milano. Cda che in effetti ha ratificato la variazione della tariffa, pur con qualche modifica, ma senza fissare la data.

Metro a Monza, Sala pessimista: "Senza aumento..."

Di più: il cda ha dato mandato al suo direttore Luca Tosi di verificare il consenso delle (molte) aziende che operano nel trasporto pubblico nella vasta zona interessata. Solo con l'accordo generale è possibile, infatti, evitare una contestuale gara pubblica sul trasporto pubblico. Con questa ulteriore fase procedurale è escluso che il 1 aprile 2019 si possa partire con la riforma tariffaria. Tutto rimandato a dopo la chiusura dell'anno scolastico.

Genitori Antismog: "Sì al biglietto a 2 euro, ma non basta"

Il maggior tempo a disposizione apre alla possibilità che l'integrazione tariffaria (parallela all'aumento del biglietto ordinario milanese) coinvolga da subito anche Trenord, azienda della Regione, mentre in un primo tempo sembrava certo che questo non potesse avvenire almeno dall'inizio.

Atm, biglietto a 2 euro: come cambiano le tariffe

Ma quali saranno gli aumenti del biglietto Atm a Milano e nei Comuni dell'hinterland milanese? Ecco in sintesi il piano della giunta di Palazzo Marino guidata dal sindaco Beppe Saala. Il biglietto ordinario urbano passerà da 1,50 a 2 euro ma sarà valido anche nei Comuni di Pero, Rho, Settimo Milanese, Cesano Boscone, Corsico, Buccinasco, Assago, Rozzano, Opera, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Segrate, Vimodrone, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Novate Milanese.

Nuovi abbonamenti mensili e annuali: ecco il costo

Nella stessa cerchia, il biglietto giornaliero passerà da 4,50 a 7 euro; l'abbonamento mensile ordinario da 35 a 39 euro; il settimanale da 11,30 a 17 euro; il carnet da dieci corse da 13,80 a 18 euro. Resta invece invariato l'abbonamento annuale (330 euro) e, novità, gli under 14 potranno viaggiare gratis sui mezzi pubblici, così come già oggi gli over 65 con Isee inferiore a 16 mila euro.

Inoltre gli abbonamenti non solo annuali ma anche mensili resteranno invariati per gli under 26 (22 euro e 200 euro) e i senior sopra i 65 anni, donne e uomini (30 euro e 300 euro). Restano invariati, per i senior, gli abbonamenti "off peak" fuori dall'ora di punta mattutina (16 euro il mensile, 170 euro l'annuale) e i ridotti (22 euro il mensile, 200 euro l'annuale), questi ultimi riservati a chi ha un Isee tra 16 mila e 28 mila euro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna cerca di derubare Pio e Amedeo in Centrale: loro la scoprono e la filmano. Video

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Terribile violenza sessuale a Milano, 19enne stuprata in strada da un uomo: arrestato

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

Torna su
MilanoToday è in caricamento