Cagnolina terrorizzata, denutrita e legata in una discarica abusiva: salvata da Oipa

La piccola, di solo 6 mesi, mostrava paura e timore nei confronti delle persone con cui viveva

La cagnolina (foto Oipa)

Una cagnolina di solo sei mesi viveva costantemente legata a un container di una discarica occupata abusivamente nella periferia di Milano, in zona Comasina, ma è stata liberata e sequestrata dalle guardie zoofile di Oipa, supportate dalla polizia di stato, nei giorni scorsi. L'animale era terrorizzato e denutrito e mostrava timore proprio nei confronti delle persone con cui viveva. 

La cucciola, scrive Oipa in una nota era "legata giorno e notte con una corda di circa due metri fissata ad un container che le impediva di muoversi liberamente senza cibo, acqua né un riparo adeguato, tra la propria urina e spazzatura pericolosa per la sua incolumità, come bottiglie di birra, vetri e cavi metallici ed elettrici".

Legata, denutrita e terrorizzata

Kira, questo il nome della cagnolina salvata, è una meticcia di appena sei mesi, simil border collie. L'animale, riferisce Oipa, risultava "senza microchip e sprovvisto di libretto sanitario". La piccola, inoltre, "è risultata sottopeso e con le unghie lunghe che evidenziano la quasi assenza di attività motoria ma, come da ammissione dello stesso proprietario, non è mai stata visitata da un veterinario né correttamente curata. La corda, inoltre, le impediva di raggiungere la cuccia, cosa che esponeva il cane al sole e alle intemperie".

Dopo una segnalazione da parte di un cittadino, sono scattate le indagini di Oipa, da cui era emerso che il cane viveva costantemente legato per evitare che scappasse da un cancello non in sicurezza. "Ma la cosa più preoccupante è che mostrava paura e timore nei confronti delle persone con cui viveva, tanto da nascondersi non appena li vedeva – dichiara Emma D’Angelo, coordinatore delle guardie zoofile dell’Oipa di Milano –. Oltre alle pessime condizioni di detenzione, proprio il suo atteggiamento di paura, tipico dei cani che hanno subito maltrattamenti fisici, ci ha spinto a liberarlo immediatamente e a procedere con il sequestro”.

Il sequestro dell'animale

Dopo aver sequestrato la cucciola, le guardie zoofile di Oipa l'hanno portata al sicuro al canile comunale, dove verrà nutrita e riceverà le cure necessarie, sia a livello fisico che psicologico. In seguito per l'animale verrà cercata una nuova famiglia. Nei confronti del proprietario, invece, è scattata una denuncia per il reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura e produttiva di grave sofferenze.

Kira non veniva tenuta come cane da guardia, ma, nell'intenzione dei proprietari, come animali da compagnia. "Per loro le condizioni di detenzioni erano fattibili", dichiara un operatore di Oipa. Verso la fine di maggio la cagnolina verrà trasferita al Parco Canile di via Aquila. Per ora l'animale non è ancora adottabile perché è ancora in corso un iter giudiziario che Oipa spera possa portare alla sua definitiva confisca.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento