Salmo col volto insanguinato: tolto il poster sui Navigli e il rapper manda tutti a "fan..."

Il poster serviva per sponsorizzare il concerto di Salmo a San Siro, ma non è piaciuto a tutti

Il poster sui Navigli

Troppo "forte", troppo sangue e il cartellone sparisce. È durato pochissimo il poster pubblicitario sui Navigli di Salmo, il rapper sardo che il prossimo 14 giugno terrà un concerto a San Siro. 

Il cartellone, che mostrava la faccia del cantante insanguinata, doveva servire proprio per pubblicizzare l'appuntamento al Meazza, ma è stato rimosso presumibilmente a causa delle lamentale di chi ha giudicato la fotografia eccessiva. 

Così, nel giro di poche ore la pubblicità - che si trovava sul Naviglio Grande - è stata "smontata" e sul palazzo è rimasta soltanto l'impalcatura.

Il giorno stesso in cui il poster è scomparso, Salmo si è sfogato sui social. "Il cartellone è stato segnalato e rimosso - ha scritto sul suo profilo Instagram -. Davvero vi spaventa così tanto il sangue finto? Eppure siamo bombardati da immagini forti ogni giorno, i vostri figli sparano e ammazzano gente nei video giochi e sono liberi di vedere su i social le peggiori brutalità. Ovviamente - ha concluso, visibilmente infastidito - penserete sia l’ennesima mossa di marketing. Andatevene a fanculo".

Il cartellone è stato segnalato e rimosso.🤦‍♂️Davvero vi spaventa così tanto il sangue finto? Eppure siamo bombardati da immagini forti ogni giorno, i vostri figli sparano e ammazzano gente nei video giochi e sono liberi di vedere su i social le peggiori brutalità! Ovviamente penserete sia l’ennesima mossa di marketing. Andatevene a fanculo.

Un post condiviso da Salmo Official (@lebonwski) in data:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento