Casa Arcobaleno, le prime richieste da giovani donne

La struttura accoglierà temporaneamente giovani Lgbt discriminati dalle loro famiglie

Sono già arrivate le prime richieste di ospitalità nella Casa Arcobaleno, l'appartamento di via delle Forze Armate recentemente inaugurato e gestito dalla cooperativa Spazio Aperto in collaborazione con il Comune di Milano: si tratta di una iniziativa specifica voluta da Palazzo Marino in occasione del Pride 2019, per venire incontro all'esigenza dei giovani discriminati dalle proprie famiglie.

E' prevista l'ospitalità contemporanea di un massimo di tre persone per un periodo tra i sei e gli otto mesi. Agli ospiti viene offerto un supporto sia psicologico sia legale, ma anche un servizio di orientamento al lavoro e alla casa, per accompagnarli verso l'autonomia.

L'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, lunedì mattina, ha visitato l'appartamento e ha fatto sapere che al Comune sono arrivate una decina di richieste, prevalentemente da giovani donne tra i 18 e i 20 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento