Casa Arcobaleno, le prime richieste da giovani donne

La struttura accoglierà temporaneamente giovani Lgbt discriminati dalle loro famiglie

Sono già arrivate le prime richieste di ospitalità nella Casa Arcobaleno, l'appartamento di via delle Forze Armate recentemente inaugurato e gestito dalla cooperativa Spazio Aperto in collaborazione con il Comune di Milano: si tratta di una iniziativa specifica voluta da Palazzo Marino in occasione del Pride 2019, per venire incontro all'esigenza dei giovani discriminati dalle proprie famiglie.

E' prevista l'ospitalità contemporanea di un massimo di tre persone per un periodo tra i sei e gli otto mesi. Agli ospiti viene offerto un supporto sia psicologico sia legale, ma anche un servizio di orientamento al lavoro e alla casa, per accompagnarli verso l'autonomia.

L'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, lunedì mattina, ha visitato l'appartamento e ha fatto sapere che al Comune sono arrivate una decina di richieste, prevalentemente da giovani donne tra i 18 e i 20 anni.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Bimba ha un tumore al cuore: salvata a Milano con il primo intervento con gli ologrammi

  • Incidente in corso Genova Milano: ferite due ragazze di 18 e 19 anni, tram deviati in centro

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

Torna su
MilanoToday è in caricamento