Rinasce Cascina Cotica a Milano: da posto abbandonato a luogo di aggregazione

La cascina è stata inaugurata nella giornata di domenica 11 novembre

La cascina (Fb/Maran)

Un’antica cascina milanese in disuso trasformata in luogo di aggregazione e socialità. Torna a vivere Cascina Cotica, la struttura rurale ottocentesca di via Giulio Natta, nel cuore del quartiere Gallaratese. 

La cooperativa Delta Ecopolis, che ha vinto il bando di gara del Comune aggiudicandosi il diritto di superficie sull’area per 30 anni, ha ristrutturato e rifunzionalizzato la cascina, insediandovi un poliambulatorio medico, un coworking, aree dedicate alla socialità per giovani e anziani, uno spazio “ScopriCoop” di Coop Lombardia per la valorizzazione conoscenza e degustazione dei prodotti, tre piccoli appartamenti in affitto temporaneo a disposizione di giovani coppie o persone anziane, uno spazio dedicato ai servizi per l’abitare e una grande area a verde con orti e serre fruibili.

La cascina, dichiarata di interesse storico e artistico dalla direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici, torna così ad animarsi, diventando uno spazio pubblico per la collettività. Il progetto è stato approvato dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano e dalla Commissione Per il Paesaggio.

L’inaugurazione aperta alla città è avvenuta nella mattinata di domenica 11 novembre alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, dell’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran e del Presidente di Delta Ecopolis Vincenzo Barbieri.

“La bellezza di una città – dichiara il Sindaco di Milano Giuseppe Sala – sta nel conservare la sue diverse identità senza fermare le grandi trasformazioni.  È quello che sta succedendo a Milano dove insieme ai nuovi e bellissimi grattacieli, divenuti simbolo della sua vocazione internazionale, sono state mantenute e recuperate numerose cascine urbane che ne testimoniano invece la tradizione agricola che tuttora sussiste. Cascina Cotica è una di queste e rinasce in un quartiere grande e molto verde come il Gallaratese, diventando luogo di socialità, di servizi e di nuove attività”.

“Il recupero delle cascine rientra nell'ambito della valorizzazione della vocazione agricola della nostra città - sottolinea l’assessore all’Urbanistica e Agricoltura Pierfrancesco Maran -. È un obiettivo che vogliamo continuare a perseguire con determinazione anche attraverso il nuovo Piano di Governo del Territorio, che prevede di vincolare ad attività agricola 3 milioni di metri quadrati di aree, in particolare in prossimità del Parco Agricolo Sud". 

“Vogliamo che Cascina Cotica – spiega Vincenzo Barbieri, Presidente di Delta Ecopolis – diventi un luogo straordinario di relazioni, di erogazione di servizi, di eventi culturali e ricreativi, di momenti formativi. Una struttura rurale che, con la ristrutturazione, viene restituita al territorio e s’inserisce pienamente nel contesto urbano della città policentrica, innovativa e sensibile all’integrazione sociale e culturale”.

A Milano ci sono circa 60 cascine di proprietà comunale pervenute nella disponibilità dell’Amministrazione in seguito a lasciti, donazioni, operazioni di compravendita. Se storicamente l’identità di queste strutture rurali era legata all’abitare, all’agricoltura e all’alimentazione, negli anni recenti si è sviluppata una nuova vocazione di servizio pubblico. Molte strutture sono state recuperate e tenute in vita da soggetti del terzo settore e associazioni di cittadini che al loro interno hanno trovato spazi disponibili e flessibili per ospitare attività sociali e culturali di diverso tipo e servizi per i cittadini: comunità di alloggio e cura, spazi per la cultura, laboratori didattici, luoghi di socialità e tempo libero. La politica di rigenerazione urbana delle cascine in disuso è fortemente incentivata dall’Amministrazione comunale attraverso la stipula di contratti di lunga durata con i soggetti cui vengono affidati gli spazi, in modo da consentire loro di effettuare gli investimenti necessari per il recupero della struttura e la sua rifunzionalizzazione. Tra le ultime strutture rivitalizzate, oltre a Cascina, Cotica, ci sono Cascina Casottello a Porto di Mare e Cascina Sant’Ambrogio a Forlanini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Ottima iniziativa sopratutto perchè il solo "guardare" una struttura così ben fatta dal degrado è un bel "vedere". Andate 100 metri più in là verso Trenno: ci sono due cascine ormai decrepite, una con impalcatura sul marciapiedi da anni, in attesa che crolli in testa a qualche passante e una che dalla settimana scorsa è avvolta nel nastro bianco e rosso che impedisce di passare accanto ai muri di recinzione. Ma cosa vogliamo farne di queste due "macerie"?

  • Ottima iniziativa, peccato che il Sindaco Sala lo si veda solo alle inaugurazioni e mai nel degrado delle periferie quando viene invitato... personaggio di scarso profilo lavorativo, chiami la sua segreteria e chiedi un appuntamento ti rispondono che il Sindaco non riceve i cittadini.....

    • Il sindaco di una metropoli difficilmente riceve di persona i cittadini (per mille motivi: burocratici, di tempo, di competenza degli argomenti trattati ecc). Penso che nemmeno a Roma o Torino lo facciano. Per questo esistono gli organi intermedi (Municipi) con le loro rappresentanze, in cui invece è doveroso e neccessario che ci sia un contatto diretto. Se ha delle problematiche da esporre, provi a cercare il percorso più adatto per farlo, e vedrà che troverà ascolto più facilmente (es: provi a contattare un rappresentante nel suo municipio del partito per cui ha votato o è simpatizzante).

  • Finalmente si sono accorti di questa cascina abbandonata per anni nel mio quartiere ma lo fanno sempre a scopo speculativo e per me il sindaco Peppiniello Sala e i suoi scagnozzi rimangono una delle giunte più incompetenti

    • Eh certo. Se ne avessero fatto una bella serie di appartamenti extralusso con tanto di SPA esclusiva sarebbe stato un recupero meno speculativo e più popolare... Bravo bravo...

  • ottimo, spazio sottratto ai malfattori

Notizie di oggi

  • Video

    Sesso, cibo e pane in cambio di una dose: con i carabinieri tra i "fantasmi" di Rogoredo. Video

  • Video

    Inter-Psv 1-1, video gol e highlights: Icardi non basta, i nerazzurri fuori dalla Champions

  • Cronaca

    Milano, follia nella scuola elementare: maestro preso a pugni in faccia dallo zio di un bimbo

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

I più letti della settimana

  • Selvaggina, idromele: a Milano arriva Valhalla, il primo ristorante vichingo d'Italia

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Milano apre un nuovo Esselunga: ecco come sarà il superstore

  • Tragedia al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta: sei morti e otto feriti gravi

  • Blocco del traffico a Milano da venerdì 7 dicembre: superati i limiti polveri sottili (PM10)

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

Torna su
MilanoToday è in caricamento