Cenacolo vinciano: un nuovo impianto d'aria allunga la vita all'affresco

Ogni giorno verranno immessi 10mila metri cubi di aria pulita

Cenacolo vinciano

L'affresco de 'L'ultima cena' di Leonardo Da Vinci sarà dotato di un nuovo impianto di climatizzazione e depurazione dell’aria, che ogni giorno immetterà all'interno del refettorio di Santa Maria delle Grazie 10mila metri cubi di nuova aria pulita, allungando la vita dell'affresco di circa 5 secoli. Queste nuove condizioni permetteranno anche di aumentare il numero dei visitatori. 

La concentrazione di aria pulita, che sarà il triplo di quella immessa fino a oggi (circa 3500 metri cubi al giorno), permetterà di migliorare lo stato di salute dell'opera vinciana, da sempre soggetta a diverse problematiche a causa della tecnica pittorica con cui venne realizzata. Grazie alla nuova metodologia di trattamento dell’aria sarà consentito un incremento progressivo dei visitatori, che aumenteranno del 16% ogni due anni, fino a raggiungere un +33%.

La storia dell'affresco

Il Cenacolo venne creato da Leonardo da Vinci su commissione di Ludovico il Moro, a quel tempo reggente del Ducato di Milano. Per dipingere la più nota rappresentazione dell'ultima cena, l'artista sperimentò una tecnica nuova, stendendo la tempera grassa su intonaco asciutto, al fine di poter dipingere con maggiore cura i particolari (l'affresco tradizionale impone invece una stesura rapida sull'intonaco ancora umido). Questo metodo purtroppo causò il deterioramento della pittura, che nel corso dei secoli dovette essere restaurata a più riprese. L'ultimo intervento per salvarla, che risale al 1999, ha potuto riportare alla luce le stesure autentiche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il "fortino della delinquenza" di Milano: lussuose ville e "nessuno paga le bollette"

  • Incidenti stradali

    Incidente a Milano, schianto all'incrocio tra una motocicletta e una jeep: grave un ragazzo

  • Cronaca

    Milano, settemila piantine di marijuana in regalo in tutta la città: "Io non sono una droga"

  • Cronaca

    Infermiere del pronto soccorso muore a 44 anni e dona gli organi: "Ciao bomba, grazie"

I più letti della settimana

  • Incidente per il figlio di Gerry Scotti: ricoverato d'urgenza in ospedale a Milano e operato

  • Milano, pauroso incidente: auto finisce contro un bar e travolge una cliente, donna grave

  • Milano, 16enne disabile massacrato a calci in faccia al Parco Nord: bullo piange per l'arresto

  • Milano, aperti dai ladri cinquanta box nello stesso condominio: via auto e biciclette

  • Uomo si spara un colpo di pistola in auto: trovato agonizzante in un parcheggio a Milano

  • Tentato omicidio: matrimonio tra giovanissimi finisce con una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento