Addio a Cesare Cadeo, conduttore televisivo gentiluomo e milanese "innamorato di Milano"

Volto Mediaset fin dai primi anni Ottanta, lavorò in tv con i più grandi. In seguito, con il suo stile pacato ed elegante, divenne protagonista di numerose televendite. Signore dentro lo schermo e fuori, ha lavorato fino all'ultimo

Cesare Cadeo

E' morto a 73 anni, a Milano, Cesare Cadeo, notissimo conduttore televisivo ed ex assessore allo Sport a Palazzo Isimbardi in Provincia tra il 1999 e il 2004, durante la giunta Colli di centrodestra. Fu presidente di Milanosport e si occupò del rilancio dell'Idroscalo. Era malato da tempo. Lascia tre figli.

La notizia si è diffusa in serata e tantissimi esponenti del mondo dello spettacolo e politico (tra cui molti membri del Consiglio comunale di ogni schieramento) hanno espresso parole di cordoglio "per la perdita di un grande professionista". Il primo a salutare l'amico è stato il comico Gene Gnocchi, che a Twitter ha affidato un "se n'è andato un gran signore e un vero amico". Poco più tardi, è intervenuto anche il sindaco Beppe Sala: "Non era solo uno dei volti storici della tv ed un vero professionista del giornalismo. Era soprattutto un uomo innamorato di Milano. Un caro abbraccio a tutta la sua famiglia".

Alessandro De Chirico (FI) ha scritto "fa' buon viaggio, signore gentile". Commosso anche l'addio del vicepremier Matteo Salvini: "Ciao Cesare, milanese garbato, indimenticabile compagnia di tante ore in tivù, ci mancherai". "Era una di quelle rare persone autenticamente gentili nell’animo. Successo e notorietà non lo hanno mai cambiato. Abbiamo avuto la fortuna di averlo come amico e collaboratore e porteremo sempre nel cuore questo suo inconfondibile modo di essere", è l'ultimo abbraccio, invece, di Carlo Sangalli, presidente Confcommercio Milano.

Tanti lettori, inoltre, esaltano la sua gentilezza e signorilità: "L'ho incontrato una volta e solo per avergli aperto la porta mi ha ringraziato come se gli avessi offerto la cena", scrive a MilanoToday Gueri N. "Quando mi salutava era come se ci conoscessimo da una vita", chiosa Paolo G.

La carriera e lo stile: chi era Cesare Cadeo

Milanese, grande tifoso rossonero, iniziò a lavorare negli anni Ottanta nella tv privata di Silvio Berlusconi in quello che sarebbe diventato successivamente un vero impero commerciale. Lo stesso ex premier gli ha dedicato un commosso messaggio: "Ho appreso con dolore la notizia della scomparsa. Cesare fu con noi uno dei protagonisti della prima emozionante stagione della televisione privata, e più tardi si impegnò in politica diventando un nostro apprezzato amministratore locale. Ne ricordo la professionalità, lo stile, il calore umano, la coerenza ideale".

Iniziò come consulente aziendale, ma ben presto il suo volto venne scelto per stare davanti alle telecamere. Colto e raffinato, si impose subito per lo stile elegante, pacato, mai urlato e sguaiato. Era "signore dentro e fuori lo schermo", ricordano molte testimonianze e "semplicemente un gentiluomo".

Aveva iniziato lavorando nella trasmissione sportiva Gol e negli anni aveva condotto programmi come Record, Super Record e Super Record Sport o Buongiorno Italia. Tantissime le sue collaborazioni con i personaggi clou della tv dell'epoca, da Sandra Mondaini a Raimondo Vianello, passando per Maurizio Mosca a Mike Bongiorno. Era una presenza amica e fidata sul piccolo schermo.

In seguito aveva lavorato anche a programmi non sportivi, come Furore o Mezzogiorno di Cuoco e Buona Giornata con Patrizia Rossetti. Nella sua carriera Cadeo ha anche collaborato con la Gialappa’s Band, come inviato surreale e naif in una finta edicola. Qui aveva dato prova, se mai ce ne fosse stato bisogno, di grande autoironia. Si cimentò anche in quiz per bambini. 

Negli ultimi anni Cadeo era stato anche un volto Rai. Lo si ricorda, poi, per le numerose televendite, specialmente negli anni 2000; il suo stile brioso e rassicurante è sempre stato particolarmente apprezzato dalle aziende. 

Ha lavorato fino all'ultimo, presentando e moderando importanti eventi privati, serate di gala e occasioni mondane. Il tutto, sempre, con professionalità straordinaria ed unanimemente riconosciuta. 

Camera ardente e funerali

La camera ardente di Cesare Cadeo sarà allestita presso la sede di Città metropolitana di viale Piceno 60 dalle 10 alle 19 di sabato 6 e domenica 7 aprile.

I funerali si terranno lunedi 8 alle ore 14.45 presso la Basilica di Sant'Ambrogio a Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento