L'infoline del Comune di Milano sbarca su WhatsApp. Il numero è 020202

Attivato un servizio di chatbot. «Siamo il primo Comune d'Europa a farlo», dichiara la giunta

Il Comune di Milano, primo Comune in Europa, lancia il servizio 020202 su WhatsApp, con l’obiettivo di dare a tutti i cittadini informazioni accurate, affidabili e aggiornate sulla città. Il servizio è attivo da giovedì 21 maggio. Si tratta di un servizio "chatbot" automatizzato che permetterà ai cittadini di ottenere, 24 ore su 24, risposte alle domande più frequenti sull'emergenza Coronavirus, notizie aggiornate su Milano e informazioni accurate sulle attività commerciali aperte, i servizi pubblici disponibili, gli spostamenti consentiti e la viabilità, oltre alle esigenze di persone con disabilità. Saranno, inoltre, disponibili informazioni sanitarie e su decreti, ordinanze e circolari.

Per utilizzarlo sarà sufficiente salvare il numero 020202 tra i propri contatti e scrivere la parola "Ciao" in un messaggio. L'assistente virtuale si attiverà indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata: servizi di supporto alla cittadinanza, ripresa della attività economiche, servizi pubblici e luoghi di culto, spostamenti consentiti, viabilità e parcheggi, persone con disabilità, aiutare la città di Milano, informazioni sanitarie, decreti ordinanze e circolari.

Sarà sufficiente rispondere all'elenco con la lettera che indica il servizio desiderato per conoscere, ad esempio, le sedi anagrafiche operative, i servizi di "Milano Aiuta", consultare le Faq del Governo relative alla Fase 2 o le ordinanze del sindaco di Milano, scoprire le iniziative di volontariato e raccolta fondi.

«Grazie alla collaborazione con Facebook presentiamo ai cittadini l'assistente virtuale del Comune di Milano», dichiara l'assessora alla trasformazione digitale Roberta Cocco: «Un sistema semplice e intuitivo per fornire ai cittadini tutte le informazioni utili in un momento così delicato direttamente sul loro smartphone. È un modello già utilizzato dall'Oms e dalla Gran Bretagna per rispondere alle domande più frequenti legate al Coronavirus e Milano è la prima città d'Europa a sperimentare questa interazione. I contenuti sono stati selezionati in base alle informazioni più richieste al nostro infoline 020202 e saranno costantemente aggiornati per offrire informazioni puntuali sui servizi e le attività della città. I cittadini potranno anche proporre idee e suggerimenti o darci il loro parere attraverso il breve questionario disponibile dopo l'utilizzo».

«In momenti difficili come questi, le persone usano WhatsApp più che mai per connettersi, sostenere i propri cari e le loro comunità e condividere informazioni», commenta Luca Colombo, country director di Facebook Italia: «Siamo quindi felici di poter fornire al Comune di Milano uno strumento di comunicazione utile ed efficace per rispondere alle domande dei cittadini, con informazioni attendibili, tempestive e costantemente aggiornate che permettano alle persone di vivere la città in modo consapevole e sicuro».

Il servizio 020202 è stato implementato sulla versione WhatsApp Business API, utilizzando la piattaforma di comunicazione globale di Infobip per consentire la condivisione di informazioni tempestive sulla gestione dell’emergenza Covid-19 nella città di Milano. «In questo periodo particolare, i Governi e le Pubbliche Amministrazioni hanno necessità di accesso a canali per la distribuzione di informazioni chiare ed immediate», commenta Silvio Kutic, amministratore delegato di Infobip, la società che fornisce il servizio e l'assistenza nella gestione degli aggiornamenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio è stato sviluppato gratuitamente da Facebook e Infobip che hanno risposto al bando "Alleanza per #milanodigitale" rivolto a soggetti pubblici e privati che vogliano donare all’amministrazione comunale progetti tecnologici e digitali volti al miglioramento della città e dei servizi rivolti ai cittadini e ai city user.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento