Asilo paragonato a "scuola di ballo e canto": e il condominio sfratta i bambini e le maestre

Continua la "battaglia" tra il condominio e l'asilo "La Locomotiva di Momo". La storia

La protesta dei bimbi dell'asilo

Niente da fare. La "Locomotiva" deve fermarsi. 

Rischia seriamente di essere sfrattata la "Locomotiva di Momo", l'asilo di via Anfossi da tempo al centro di una "lotta" tra gestori dell'istituto e residenti del condominio che quell'istituto lo ospita. 

La battaglia tra asilo e condominio

L'ultima parola - ma non sarà la parola fine - l'ha scritta un giudice, che anche in secondo grado ha dato ragione agli abitanti del palazzo, costringendo di fatto l'asilo a chiudere. Già a maggio del 2016, in primo grado il condominio aveva vinto la battaglia legale, ma a luglio - dopo una protesta silenziosa dei bambini - l'avvocato dell'asilo aveva ottenuto la sospensiva della sentenza e dello sfratto

Secondo il tribunale - questa era stata la motivazione della prima sentenza - la proprietà della "Locomotiva", che ospita asilo nido e scuola dell'infanzia, aveva effettuato un cambio non consentito di destinazione d’uso da ufficio ad asilo. Contro quella motivazione, Cinzia D'Alessandro - titolare della struttura - si era opposta e aveva ottenuto una prima parziale vittoria. 

L'asilo come una "scuola di ballo"

Il 31 luglio 2018, data della sentenza di secondo grado, per lei e i suoi piccoli in tribunale è però arrivata un'altra sconfitta. Ma con una motivazione diversa.

I giudici d'Appello hanno infatti riconosciuto che non c'è stato nessun cambio di destinazione d'uso, ma hanno decretato la chiusura dell'istituto perché - questa la motivazione arrivata nei giorni scorsi - "rientra tra quelle specificatamente vietate dal regolamento condominiale".

L'asilo - questa la teoria dei giudici - è "una scuola ove si pratica notoriamente anche musica e canto", una pratica che andrebbe contro il regolamento condominiale che sancisce che "è vietato destinare gli alloggi a scuole di musica, canto e ballo e pensioni".

"La Locomotiva di Momo viene condannata a chiudere perché è noto che i bambini negli asili cantano e ballano: e quindi? - l'amara riflessione della D'Alessandro -. Possono anche cantare e ballare, cosa che onestamente non è nelle loro e nelle priorità del nostro progetto educativo, ma questo non significa che creino disturbo, né che un asilo nido diventa automaticamente una scuola di musica o canto". Ai quasi cento bimbi ospitati nella "Locomotiva" - ha assicurato la titolare - "insegniamo a crescere insieme, a stare insieme e a vivere nel rispetto delle regole", tanto che quest'anno l'asilo ha vinto un premio come miglior scuola d'Italia per un progetto che puntava sul rapporto con la natura e con la città. 

Asilo chiuso, lavoratori in strada

"Questa sentenza dice che i bambini non hanno gli stessi diritti degli altri cittadini, essi vengono giudicati sulla base di un’idea, che sono dei disturbatori per nascita. Non serve che l’Arpa abbia prodotto certificazione sul fatto che alcun disturbo esce dai nostri locali - ha recriminato la donna -. No, perché i bambini hanno il gene del disturbo e questo gene modifica persino la realtà: l’asilo nido diventa una scuola di canto e ballo".

"Questa sentenza dice anche che un’impresa nulla vale con i suoi investimenti in sicurezza ed ogni genere di certificazione. Qui finisce la speranza di un privato cittadino, di un’imprenditrice onesta e appassionata, di una pedagogista che crede che l’educazione possa salvare il mondo, di essere in un paese civile". E quei rischia di finire anche la storia della "Locomotiva di Momo" e delle ventiquattro persone - madri e padri di famiglia - che lì lavorano. 

"Il condominio - ha spiegato Cinzia D'Alessandro a MilanoToday - ha già chiesto all'ufficiale giudiziario di eseguire lo sfratto e di far chiudere l'asilo con la massima urgenza. Noi abbiamo già presentato ricorso in Cassazione e chiesto la sospensiva della sentenza". Ma Momo, ora più che mai, rischia davvero di chiudere. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Tutti bravi... con il c. degli altri. Fintanto non capita a te, ti senti in dovere di giudicare negativamente l'operato degli altri. Se la Locomotiva di Momo, fosse stata ospitata in un condominio di un qualsiasi commentatore di Milanotoday, il giudizio espresso sarebbe stato ben diverso da una critica. Barlafüs !

    • Avatar anonimo di Il Santo
      Il Santo

      Classico dei fasciorazzistoleghisti italici, essendo loro pecoroni ma con minor materia grigia dei suddetti ovini.

      • Sinceramente non mi sembra che i sinistroidi siano tanto meglio...

        • Avatar anonimo di Il Santo
          Il Santo

          Certo, tutti uguali.

  • Calcolando che essendo un asilo lavorerebbe dal lunedi al venerdi in orari lavorativi qual'è il problema? ma soprattutto chi si lamenta? quella gente inutile che evidentemente anzichè avere un lavoro ed essere un membro utile della comunità passa le sue giornate in casa nell'inutilità vitale più assoluta? tagliare posti di lavoro e lasciare incasinate famiglie perchè l'anziano,la casalinga,il cassaintegrato,lo studente,ilf ancazzista di varia natura non sentono bene la televisione? ma queste categorie lo sanno che la loro presenza sulla terra all'atto è pratico è totalmente inutile? si estinguessero anzichè rompere le palle alla gente che lavora e che permette a quegli inutili di usufruire di quei servizi che se dièpendessero da loro campa cavallo? spero che la Cassazione ribalti questa ridicola sentenza, se ti da fastidio sentire bambini in un asilo alle 10.00 del mattino prova a trovarti un lavoro, vedrai come non sentirai più nulla essendo impegnato in qualcosa di utile e non solo a fare la spola tra divano e cesso in una vita completamente inutile

    • Avatar anonimo di Il Santo
      Il Santo

      Che commento inutile zio.

    • Se dovessimo mai arrivare a prendere la pensione, ormai più che anziani, useresti ancora la definizione di 'inutili'?! Comunque, 100 bambini...meglio sentirli cantare che piangere! :)

  • ma perché prendersela con i condomini?hanno ragione. avranno il sacrosanto diritto di starsene in pace in casa loro o no? vorrei vedere se fossero nei vostri palazzi

    • Signora Tiziana. Ha perfettamente ragione. Se queste persone avessero avuto nel loro condominio l'asilo, avrebbero risposto in modo ben diverso. Sacrosanta verità.

      • Gent.mi Sig.ri Tiziana e Davide, nel palazzo in cui abito ce n'è giusto uno da molti anni, e tutti i condomini se ne stanno lo stesso in pace in casa loro. Ecco come rispondo.

  • sono stato a visitare quell'asilo, una struttura enorme, 800mq, insegnanti bilingue, un'ottimo asilo in centro a Milano, un vero peccato spero trovino una soluzione.

    • Conosco molto bene l'asilo. Spero che trovino un'altra soluzione, lontana dai condomini.

  • Propongo al comune di mettete al posto dell'asilo ,se dovesse essere spostato ,un mercato all'aperto oppure un bel centro sociale .

  • D’accordo con te Chiara

  • Ma... Perché questa acredine?

  • Auguro ai condomini di non dormire mai più in vita loro. Sono persone indegne

Notizie di oggi

  • Omicidi

    La notte folle del papà, uccide di botte il figlio e scappa con le figlie: "Non riuscivo a dormire"

  • Castello Cadorna

    Collettivi occupano la sede Enel: "Produce energia non pulita, basta emissioni"

  • Politica

    Formigoni-Maugeri, la procura della Corte dei Conti chiede 60 milioni al "Celeste"

  • Incidenti stradali

    Incidente al ritorno da Avellino, auto travolta da un camion: paura per gli ultras di Milano

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Morto a 15 anni per un malore Maicol Lentini, ex promessa dell'Inter

Torna su
MilanoToday è in caricamento