Cannabis terapeutica coltivata nei parchi in città: a Milano si lavora alla "rivoluzione"

Mercoledì si è insediato il tavolo di lavoro. De Chirico: "Rompere il monopolio". I dettagli

L'obiettivo, chiaro e semplice, è uno solo: permettere le coltivazioni direttamente in città. I motivi sono due, altrettanto chiari: evitare le importazioni dagli altri Paesi e, soprattutto, evitare di alimentare il giro della criminalità organizzata. 

Milano è pronta lanciare la sua personalissima rivoluzione e sta studiando un modo per permettere all'amministrazione comunale di coltivare in città - la proposta è di farlo nei grandi parchi - la cannabis terapeutica. 

A lanciare l'idea, a settembre scorso, è stato Alessandro De Chirico, capogruppo di Forza Italia a palazzo Marino. Mercoledì, poco più di un mese dopo, è stato fatto il primo passo, con l'insediamento del tavolo di lavoro a cui partecipano l'assessore Lipparini, lo stesso De Chirico e altri esperti - tra docenti e medici - dell'universi di Milano. Sarà analizzata - ha spiegato il forzista - "l'opportunità di individuare nel territorio cittadino alcune aree pubbliche per la coltivazione di cannabis a scopo terapeutico".

 "La cannabis terapeutica è necessaria per tanti malati che chiedono questo tipo di medicinali per le più svariate patologie - ha sottolineato De Chirico -. Si stima che il fabbisogno nazionale sia di due tonnellate per più di 20mila utilizzatori. Lo stabilimento militare di Firenze ne produce 100 kg, altri 700 kg vengono importati e pagati a peso d’oro da Germania e Canada e il resto alimenta lo spaccio gestito dalla criminalità organizzata".

Il consigliere, però, vorrebbe che la situazione fosse diversa a Milano, dove - grazie a una delibera della regione Lombardia - la cannabis terapeutica è già gratuita e rimborsata dal sistema sanitario nazionale. "Ora manca un ultimo importante tassello: rompere il monopolio di Stato della produzione di medicinali contenenti Cbd e Thc. Ci vuole la volontà politica dell’attuale Governo - ha evidenziato De Chirico - di portare avanti il lavoro svolto dal ministero della Salute dal 2010. È necessaria la collaborazione degli enti pubblici, delle università e degli istituti di ricerca". 

"La strada è lunga, ma sembra meno tortuosa del previsto. C’è molto da fare - ha concluso il capogruppo di Fi - e le sfide non ci spaventano". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Sarebbe anche ora

  • e giusto io soffro di forti dolori alle ginocchia.... faccia la terapia del dolore come purtroppo tante persone con il cancro ho fatto due tiri di cannabis e sono riuscito a scalare le pastiglie se la natura e più forte di certe medicine perché nn introdurre queste cure farebbero meno male di queste pastiglie tanti paesi lo fanno.... noi sembriamo tornati al medioevo. so che questa cosa nn fa guarire i brutti mali però riescono ad alleviare il dolore nn per forza uno si deve fare una canna ci sono altri metodi per usarla andate su Google e informatevi no certe risposte tipo ce il giardinetto bla bla bla più rispetto per le persone che soffrono grazie

  • A posto

  • Ma legalizzatela, tanto è tutta una farsa

  • C’è il giardinetto del mio condominio...

  • metto a disposizione il mio balcone

  • l'isola comacina sul modello Alcatraz ....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rogoredo, in via Orwell lo spaccio continua attraverso un buco aperto nel muro

  • Rogoredo Corvetto

    Ubriaco e senza patente fugge dai carabinieri con la Ducati: preso dopo folle inseguimento

  • Attualità

    Skidome dove si scia al chiuso: in Lombardia ben due progetti, Arese e Selvino

  • Attualità

    Tramezzino per pranzo, Milano Ristorazione "paga": 65mila euro di risarcimento ai bimbi

I più letti della settimana

  • Ecco l'inverno: con il grande freddo arriva la neve in Lombardia, fiocchi anche a Milano

  • Milano, rapina in farmacia, inseguimento e spari: arrestati una 18enne e un 19enne

  • Omicidio durante lite violenta: gli lancia una bicicletta, morto

  • Metro rossa bloccata tra Qt8 e San Leonardo: brusca frenata, 14 feriti, coinvolti 2 bambini

  • Milano, violenza sessuale sul bus: ragazzina aggredita e molestata a bordo in pieno giorno

  • "Ragazzi come zombie e mare di siringhe e rifiuti": sopralluogo al 'boschetto della droga'

Torna su
MilanoToday è in caricamento