Pubblicato il bando per diventare finanziere: ecco come entrare nell'accademia

Posti per 66 allievi ufficiali

Pubblicato il bando per i nuovi finanzieri che potranno studiare all'Accademia della Guardia di Finanza. Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4 a Serie Speciale -, infatti, nr. 6 del 21 gennaio 2020, è stato pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione di 66 allievi ufficiali del ruolo normale – comparti ordinario e aeronavale – all’Accademia della Guardia di Finanza per l’anno accademico 2020/2021.

Come entrare nell'accademia della Finanza: requisiti per l'ammissione

I posti disponibili sono così ripartiti: a) 58 destinati al comparto ordinario;

b) 8, destinati al comparto aeronavale, suddivisi così come segue: (1) 4 riservati alla specializzazione “pilota militare”; (2) 4 riservati alla specializzazione “comandante di stazione e unità navale”.

La presentazione delle domande dovrà avvenire entro le ore 12 del 21 febbraio 2020 e riguardare uno solo dei predetti comparti e specializzazioni. Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che: - abbiano, alla data del 1° gennaio 2020, compiuto il diciassettesimo anno di età e non superato il giorno del compimento del ventiduesimo anno di età (vale a dire siano nati nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1998 e il 1° gennaio 2003 - estremi inclusi);

- siano in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute;

- non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2019/2020.

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato. I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.), dopo aver effettuato la registrazione al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al form di compilazione della domanda di partecipazione. Sul predetto sito internet è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sul concorso e prendere visione del bando.

Che cos'è l'Accademia della finanza

L’Accademia della Guardia di Finanza, Istituto di formazione militare e di studi a carattere universitario, ha il compito di formare la classe dirigente del Corpo in modo tale da sviluppare le qualità etiche e la formazione militare degli allievi frequentatori e far acquisire loro la  preparazione professionale necessaria per ben assolvere la funzione di “Ufficiale” della Guardia di Finanza.

L’obiettivo è quello di poter formare una figura che sia, al contempo, un “comandante”, cioè un “leader autorevole”, un “esperto di indagini ”, nonché un “qualificato professionista”, nelle materie giuridiche, economico-finanziarie, aziendalistiche e tecnico-professionali.

In tale prospettiva il “progetto formativo” dell’Accademia prende forma a cominciare dalle prime fasi concorsuali.

Gli aspiranti allievi che intendono accedere devono, pertanto, superare un selettivo concorso pubblico consistente in una serie di prove da sostenere, che sono dettagliatamente esplicitate nel bando ora pubblicato.

La formazione presso l’Accademia è strutturata su:

− un triennio di Accademia, alla sede di Bergamo, frequentato per un biennio con la qualifica di allievo ufficiale e per un anno con il grado di Sottotenente;

− un biennio di Applicazione, alla sede di Castelporziano (Roma), frequentato per un anno con il grado di Sottotenente e per un anno con quello di Tenente.

Tale percorso didattico si conclude con il conseguimento della Laurea a ciclo unico quinquennale in “Giurisprudenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’obiettivo è la formazione di una figura professionale dalla preparazione completa ed equilibrata, caratterizzata da un bilanciamento tra i profili culturali e tecnico – professionali; un professionista al passo con i mutamenti giuridici, economici e sociali del nostro Paese e con le esigenze operative che la Guardia di Finanza è chiamata a svolgere in qualità di “Forza di Polizia” posta a tutela della sicurezza economica e finanziaria del Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento