Coronavirus, il tecnico del Ludogorets: "Pare che gli italiani non lo prendano sul serio"

I giocatori del club bulgaro sono sbarcati a Milano indossando mascherine e guanti

Repertorio

"L'emergenza Coronavirus? Non sono un medico né uno specialista in questo campo, quindi non posso esprimere un parere. Ma guardando la situazione a Milano, sembra che gli italiani non la prendano sul serio come in Bulgaria".

Pavel Vrba, tecnico del Ludogorets, commenta così l'emergenza sanitaria per il Coronavirus in Italia, alla vigilia della gara contro l'Inter in Europa League. "Se segniamo per primi, la partita sarà interessante - le sue parole -. Sarà diverso rispetto all'andata perché giocheremo senza tifosi e perché l'Inter ha già un vantaggio importante, ma non so che impatto avrà sui giocatori".

I giocatori del club bulgaro con mascherine e guanti

Intanto, i giocatori del club bulgaro sono sbarcati a Milano indossando mascherine sul viso e guanti alle mani. Il club Ludogorets aveva sollecitato chiarimenti alla Uefa e all'Inter riguardo l'emergenza coronavirus, prima che si decidesse di giocare la gara a porte chiuse.

Si giocherà senza tifosi anche il big match tra Inter e Juventus e la gara tra Genoa e il Milan. A dire sì alle gare sportive a porte chiuse, nei territori interessati dalla diffusione del coronavirus è stato il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora. Anche se nelle ultime ore si sta valutando di aprire gli stadi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento