Coronavirus, Bertolaso positivo. Il consulente di Fontana: "Vincerò anche questa battaglia"

L'annuncio di Bertolaso: "Sono positivo. Quando ho accettato l'incarico, sapevo i rischi"

Bertolaso in Fiera - Frame da video Facebook

Guido Bertolaso è positivo al Coronavirus. Ad annunciarlo, con un post Facebook pubblicato alle 12.30 di martedì mattina, è stato lo stesso consulente del presidente lombardo, Attilio Fontana, che nei giorni scorsi è stato chiamato in Lombardia proprio per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. 

"Sono positivo al Covid-19. Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese - ha scritto l'ex capo della protezione civile -. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena".

"Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia", ha concluso Bertolaso. 

Bertolaso e l'ospedale in Fiera

Da quando è arrivato, in effetti, i lavori per costruire un nuovo ospedale in Fiera si sono sbloccati, tanto che la struttura diventerà "definitiva" - sarà operativa fino a epidemia rientrata - e sarà un riferimento per tutta Italia. 

Domenica sera lui stesso aveva aggiornato i cittadini sull'andamento dei lavori: "C'è un grande gioco di squadra che sta funzionando e che ci fa dire che entro la fine della prossima settimana siamo ottimisti nell'immaginare l'apertura dei primi quattro moduli di questo grande centro di rianimazione che poi andrà avanti fino ad arrivare ad oltre 250 letti", aveva annunciato in un video pubblicato su facebook.

Lunedì mattina era arrivata la conferma di Fontana: "L'ospedale in Fiera sta procedendo - aveva sottolineato il governatore -. Abbiamo fatto una ricognizione e tutto va avanti nel rispetto dei tempi".

L'arrivo di Bertolaso in Lombardia

Bertolaso era entrato a far parte della squadra regionale, ufficialmente, lo scorso 14 marzo. "Non ci fermiamo - aveva annunciato Fontana -. Vogliamo superare ogni difficoltà per riuscire a realizzare un nuovo ospedale nei padiglioni della Fiera di Milano per i pazienti Coronavirus", aveva scritto il governatore dopo che nelle ore precedenti c'era stato uno scontro con la protezione civile per l'assenza di materiali e personale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non intendo lasciare nulla di intentato, per questo ho chiesto al dottor Guido Bertolaso di mettere a disposizione la sua esperienza, anche internazionale, per centrare questo importantissimo obiettivo. L'opera - aveva concluso Fontana all'epoca - potrà supportare la sanità lombarda già in emergenza e, se fosse necessario - spero di no - saremo pronti e disponibili per tutto il Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Coronavirus, gli esperti bocciano l'apertura scaglionata: "Sì a un altro mese di chiusura"

  • Coronavirus, prese due aerei e un taxi per scappare da Milano: donna muore in Sicilia

Torna su
MilanoToday è in caricamento