Coronavirus, un corista della Scala positivo: sospese tutte le attività del teatro meneghino

Un corista positivo al test alla Scala. La direzione sospende tutti i lavori fino al 1 marzo

Un caso di Coronavirus alla Scala. Stando a quanto appreso da MilanoToday, infatti, un corista del teatro meneghino sarebbe risultato positivo al test per individuare il Covid-19 e mercoledì avrebbe comunicato i risultati ai direttori della struttura di via Filodrammatici. 

Secondo le prime informazioni raccolte, l'artista avrebbe preso parte alla recita di Trovatore dello scorso mercoledì 12 febbraio e dal giorno dopo sarebbe rimasto a casa - in uno dei comuni colpiti dall'emergenza - in malattia. Dal 13, infatti, l'uomo avrebbe avuto febbre e altri sintomi, tanto che ha deciso di sottoporsi a tutte le verifiche del caso, che hanno poi dato esito positivo. Il corista sembra abbia superato la fase più "acuta" della malattia e al momento si troverebbe sotto controllo nella sua abitazione. 

In una comunicazione inoltrata mercoledì sera agli altri lavoratori, il teatro - che comunque era già chiuso da domenica scorsa per effetto dell'ordinanza voluta da governo e regione - ha fatto sapere che sono sospesi tutti i lavori fino al 1 marzo prossimo. 

I manager della Scala hanno anche chiesto a tutti i dipendenti che sono stati in contatto con il corista, e al resto della "squadra", di segnalare immediatamente eventuali "influenze" o sintomi per essere controllati e sottoposti ai test nel più breve tempo possibile. 

Coronavirus, positiva collaboratrice di Fontana

Proprio mercoledì sera è stato "ufficializzato" un altro caso di Coronavirus in città. A renderlo noto è stato il governatore lombardo, Attilio Fontana, che ha spiegato che una sua "stretta collaboratrice" è risultata positiva al test

Il presidente di regione, che si è mostrato in una diretta Facebook con una mascherina sul volto, ha anche annunciato che seguirà una sorta di auto isolamento, pur continuando a lavorare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Qualcosa da oggi cambierà - ha dichiarato Fontana - perché da oggi anche io mi atterrò a quelle che sono le indicazioni date dall'Istituto superiore della Sanità, per cui per due settimane cercherò di vivere in una sorta di auto-isolamento che soprattutto preservi tutte le persone che mi circondano, vivono e lavorano con me. Oggi ho passato la giornata a indossare la mascherina e continuerò a farlo per evitare che qualcuno possa, se mai dovessi positivizzarmi, essere da me contagiato".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: + 402 nuovi casi positivi su quasi 20mila tamponi

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento