Coronavirus, la vita non si ferma: nati 40 bimbi da mamme Covid, i parti in "un'isola speciale"

Al Buzzi è stata allestita un'isola neonatale in una sala parto dedicata alle mamme Covid

Una delle foto simbolo dell'emergenza - Foto Neo Associazione Amici della Neonatologia dell’Ospedale Niguarda Onlus

Più forti dell'epidemia. Più forti del dolore e della paura. All'ospedale dei bambini Buzzi di Milano si continua a nascere durante e nonostante l'emergenza Coronavirus. Negli ultimi giorni, infatti, 40 neonati sono venuti alla luce da donne positive al Covid-19 o fortemente sospettate di esserlo. 

Il "miracolo" è avvenuto all'interno di una "speciale" isola neonatale che è stata allestita in una sala parto dedicata soltanto alle mamme contagiate. L'isola, realizzata grazie alla raccolta fondi della Onlus Obm ospedale bambini Milano e di Sc Johnson, comprende diversi strumenti necessari per monitorare la salute delle donne e dei piccoli.

Così nello spazio sono stati posizionati un lettino "Infant Warmer", un rianimatore t-piece per una ventilazione a pressione positiva con controllo dei picchi pressori, un saturimetro, frequenzimetro e una bilancia neonatale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È un "primo passo, fatto a tempo di record, in questo momento di grande emergenza che dona alle mamme e ai neonati un'area di sicurezza indispensabile al benessere di entrambi", hanno spiegato dall'ospedale. E conta tanto anche l'aspetto psicologico, perché - concludono dal Buzzi - la sala parto dedicata "permette di garantire la tranquillità della partoriente, affinché quello che dovrebbe essere il momento più bella della vita, lo possa essere veramente, nonostante l'emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

Torna su
MilanoToday è in caricamento