Coronavirus, positivo un poliziotto della scorta di Salvini. Il leader della Lega: «Sto bene»

Salvini si è detto pronto a eseguire il tampone: «Farò quello che mi chiederanno le autorità sanitarie». Ma il poliziotto non è entrato in contatto con lui nelle ultime settimane

Un poliziotto in servizio nella scorta del leader della Lega Matteo Salvini, ex ministro dell'Interno, è positivo al Coronavirus. Immediatamente è scattata la quarantena di 14 giorni per i suoi colleghi. L'agente, da quanto si apprende, non è stato nell'ultimo periodo a stretto contatto con Salvini, né in auto né in altre circostanze.

L'ex ministro ha spiegato di stare bene e ha confermato di non avere avuto contatti con l'agente in questione, aggiungendo di essere pronto a sottoporsi al test: «Ovviamente farò tutto quello che le autorità sanitarie mi chiederanno di fare, come ogni altro cittadino».

Tra i tantissimi messaggi arrivati a Salvini, anche quello del viceministro allo Sviluppo economico Stefano Buffagni, del Movimento 5 Stelle, ex alleato nel governo giallo-verde, che ha sibillato: «Non si gioca sulla pelle degli italiani, sono certo finalmente ora anche Salvini lo avrà capito, perché il virus, è un nemico che non fa distinzione di razza o appartenenza politica». Sui social il leader leghista è stato subissato di messaggi, alcuni positivi, altri meno.

«Chi riesce a fare polemica anche su una possibile malattia, in alcuni casi arrivando ad augurarmi la morte - ha replicato Salvini - non merita risposta, al massimo un sorriso. Grazie per i tanti messaggi, adesso mangio piselli, pomodori e carne cruda, poi torno al telefono con sindaci e medici in prima linea contro il virus».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I positivi "eccellenti"

Crescono i positivi "eccellenti" al tampone del Coronavirus. Se in Spagna è risultato positivo lo scrittore cileno Luis Sepulveda (insieme alla moglie), in Lombardia sono risultati positivi l'assessore regionale allo sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli, nonché il prefetto di Brescia Attilio Visconti, il questore di Bergamo Maurizio Auriemma e la prefetta di Bergamo Elisabetta Margiacchi. In Emilia Romagna, invece, la sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri e gli assessori regionali Raffaele Donini e Barbara Lori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento