Cantieri, mobilità e soldi a medici e infermieri: il maxi piano da 3 miliardi per la Lombardia

Ecco il piano Marshall della regione. A Milano oltre 11 milioni, cantieri entro ottobre

Obiettivo rimettere in moto Milano e la Lombardia dopo l'emergenza Coronavirus in tempi immediati, con inizio dei lavori non oltre fine ottobre. E garantire un riconoscimento a chi ha combattuto in prima linea. La giunta di regione Lombardia ha definitivamente approvato, senza nessun voto contrario, il "piano Marshall" che destinerà ai comuni lombardi 3 miliardi di euro per ripartire dopo l'epidemia. “Lo avevamo annunciato e lo abbiamo fatto. Per la ripresa economica della Lombardia e il rilancio del sistema produttivo era necessario un intervento extra-ordinario che potesse supportare immediatamente il mondo dell’economia", hanno esultato il presidente Attilio Fontana e l'assessore agli enti locali, Massimo Sertori. 

Soldi per cantieri e mobilità sostenibile

Quei soldi saranno usati per "finanziare i nostri Comuni e Province per dare avvio in temi brevissimi in particolare, entro il 31 ottobre, a numerose opere pubbliche. Oltre 1.500 cantieri in più che cambieranno volto alla nostra Regione. E daranno lavoro a imprese e famiglie”. 

I fondi - ha fatto sapere il Pirellone - sono "indirizzati principalmente a" progetti di "sviluppo territoriale, mobilità sostenibile, edifici pubblici e patrimonio culturale, efficientamento e risparmio energetico, dissesto idrogeologico, digitalizzazione e illuminazione pubblica”. “Diamo una mano concreta – ha evidenziato Sertori – alle comunità locali, con un impulso alle economie del territorio dopo due mesi di difficoltà e sacrifici”.

Soldi anche per medici e infermieri

Il piano Marshall - lo stesso nome con cui fu ribattezzato il piano di aiuti statunitensi per l'Europa per II guerra mondale - "prevede un investimento complessivo di oltre 3 miliardi di euro, spalmati dal 2020 al 2022". 

Stando a quanto comunicato dal Pirellone 51,35 milioni andranno alle Province, 348,65 milioni ai comuni, 2,47 miliardi di euro saranno destinati a "interventi per la ripresa economica", 130 milioni di euro per investimenti strategici che riguardano la mobilità, l’edilizia scolastica e lo sviluppo territoriale e "10 milioni di euro serviranno per la produzione di dispositivi medici e di protezione individuale", oltre a 82 milioni che saranno destinati al personale sanitario.

Come saranno divisi i fondi per i comuni

"Il contributo è assegnato a tutti i comuni lombardi in base al numero degli abitanti - ha chiarito la regione - e utilizzando lo stesso schema assunto dall’attuale governo nell’ambito della legge di bilancio 2020":

– Comuni da 0 a 3.000 abitanti 100.000 euro ciascuno.
– Da 3.001 a 5.000 abitanti 200.000 euro ciascuno.
– Per i comuni da 5.001 a 10.000 abitanti 350.000 euro ciascuno.
– Da 10.001 a 20.000 abitanti 500.000 euro ciascuno.
– Per i comuni da 20.001 a 50.000 abitanti 700.000 euro ciascuno.
– Da 50.001 a 100.000 abitanti 1 milione di euro ciascuno.
– Per i comuni da 100.001 a 250.000 abitanti 2 milioni ciascuno.
– I comuni oltre i 250.000 abitanti hanno diritto sino a 4 milioni ciascuno.

A Milano oltre 11 milioni 

La ripartizione delle risorse per singolo ente provinciale beneficiario e per Città Metropolitana, sulla base della proposta di Unione delle Province Lombarde, è la seguente:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

– Bergamo: 1.518.246 euro nel 2020 e 4.233.242 euro nel 2021.
– Brescia: 1.832.158 euro nel 2020 e 5.108.505 euro nel 2021.
– Como: 742.544 euro nel 2020 e 2.070.393 euro nel 2021.
– Cremona: 746.290 euro nel 2020 e 2.080.840 euro nel 2021.
– Lecco: 468.013 euro nel 2020 e 1.554.935 euro nel 2021.
– Lodi: 437.922 euro nel 2020 e 1.501.034 euro nel 2021.
– Mantova: 885.033 euro nel 2020 e 2.467.688 euro nel 2021.
– Città Metropolitana di Milano: 3.024.400 euro nel 2020 e 8.432.761 euro nel 2021.
– Monza e Brianza: 852.628 euro nel 2020 e 2.377.336 euro nel 2021.
– Pavia: 1.313.595 euro nel 2020 e 3.662.625 euro nel 2021.
– Sondrio: 324.757 euro nel 2020 e 1.455.500 euro nel 2021.
– Varese: 1.124.414 euro nel 2020 e 3.135.141 euro nel 2021.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

  • Bollettino Lombardia martedì 19 maggio: sempre più guariti, ma risalgono morti e contagi

  • Incidente in viale Monza, travolto e ucciso da un'auto mentre cammina sul marciapiede

Torna su
MilanoToday è in caricamento