Fase 2, Trenord taglia 3/4 della capienza: "Se non ci sarà posto bisognerà aspettare il treno dopo"

Le novità entreranno in vigore a partire dal 4 maggio ma la società stima che, almeno per i primi giorni, il sistema di trasporto non sarà sotto pressione

Immagine repertorio

I treni affollati di Trenord saranno un lontano ricordo perché nella fase2 dell'emergenza Coronavirus i convogli dell'azienda potranno trasportare passeggeri pari al 50% dei posti a sedere. Tradotto? La capienza verrà tagliata di tre quarti. Calcolatrice alla mano, infatti, si scopre che su un treno Tsr a quattro carrozze (uno di quelli corre sulle linee Suburbane) potranno salire circa 220 persone. Sono poche? No, sono pochissime dato che in tempi pre-emergenza lo stesso treno aveva una capacità di oltre 800 viaggiatori.

Le regole: come si salirà a bordo dei treni

I passeggeri potranno salire a bordo del treno soltanto se indosseranno guanti e mascherina. Non solo: una volta all'interno della carrozza potranno sedersi solo sui sedili liberi dal "bollino" (un po' come accadrà sui mezzi Atm). Ma la cosa fondamentale è che i viaggiatori potranno accedere solo se ci sarà posto. E se il treno fosse già tutto occupato non si potrà salire: bisognerà aspettare la corsa successiva, come precisato dall'azienda attraverso il suo canale Instagram.

"Sarà fondamentale l'informazione che riusciremo a dare ai nostri viaggiatori della disponibilità di posti residua di un treno, messaggio che riusciremo a veicolare attraverso gli annunci nelle stazioni o tramite lo smartphone", ha spiegato Giorgio Spadi, direttore di esercizio.

Da maggio aumentano i treni

Secondo la società nelle prime settimane di maggio il servizio ferroviario non sarà sotto pressione: la società stima che si sposterà in treno solo il 15% dei viaggiatori che utilizzavano il servizio prima dell'emergenza. La situazione, tuttavia, potrebbe complicarsi con il passare delle settimane e con le ulteriori riaperture. Da lunedì 4 maggio, comunque, la frequenza dei treni sarà aumentata e su alcune linee arriverà anche al 100% (praticamente alla situazione di pre emergenza). "Successivamente studieremo come varia l'offerta giorno per giorno e interverremo di conseguenza", ha spiegato Spadi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Treno pieno e passeggeri in stazione. Il rischio assembramenti è alto, ma da Trenord specificano che "Non può essere nostro compito regolare il flusso nelle stazioni o addirittura al di fuori delle stazioni — ha precisato Spadi —. Se non si può salire sul treno non possiamo impedire a qualcuno di salire e quindi il servizio rischia di bloccarsi se non c'è una collaborazione da parte di tutti come comuni, addetti all'ordine pubblico e le forze dell'ordine".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento