Si fa 13mila chilometri dalla Patagonia per vedere il Milan: ma la partita viene annullata

Il tifoso arrivava dal Cile; ma il match è stato rinviato per il coronavirus al 13 maggio

La vacanza agognata da una vita. Il sogno di San Siro per vedere la squadra del cuore. Il Milan, i rossoneri, il mito del Diavolo che travalica l'oceano.

13mila chilometri. Tutto in fumo per l'emergenza sanitaria legata al coronavirus che ha travolto il Nord Italia, e Milano, da oltre una settimana. In questo si racchiude lo sfortunato caso del tifoso sudamericano David Mora Cvitanic, appassionato cileno del Milan che ha raggiunto l'Italia per seguire sugli spalti di San Siro Milan-Genoa.

Una lunga trasferta raccontata sui social, con partenza avvenuta il 25 febbraio: "Anni fa ho iniziato a risparmiare per fare una vacanza da sogno in Europa - spiegava in un tweet - finalmente il momento è arrivato e sono pronto anche per assistere alla partita del mio Milan, il mio amore".

La sfida tra i rossoneri e il Genoa è però stata inserita nell'elenco di quelle rinviate, così Cvitanic - che è originario di Punta Arenas e si definisce "kinesiologo, amante del calcio e appassionato di fotografia" ha raccontato la sua vicenda su Twitter. "Ho viaggiato dalla Patagonia cilena all'italia per il mio Milan - scrive - ma non avrò la soddisfazione di tifare per il mio Milan nel mitico stadio di San Siro. La mia passione per questa maglia è forte e mi ha portato dalle terre più a sud del mondo fin qui. Non potrò andare allo stadio e nemmeno vedere Casa Milan. Fa male all'anima".

Un pensiero corredato da una sua foto in piazza Duomo, con tanto di maglia rossonera sul petto. E il sorriso. Quello che nemmeno il rinvio di Milan-Genoa ha tolto a David, tifoso speciale che ha viaggiato per 13.322 chilometri per coltivare la sua passione. Ma almeno la bandierina in Duomo, sotto alla Madonnina, è riuscito a metterla. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

Torna su
MilanoToday è in caricamento