Blocco Diesel Euro 3, nuove deroghe: anziani, sportivi e anche chi sta cambiando l'auto

Approvate le nuove deroghe dalla giunta regionale. L'assessore: "Impatto del 2% sull'efficacia del blocco"

Repertorio

Come annunciato, la Regione Lombardia ha introdotto nuove deroghe al divieto di circolazione per i Diesel Euro 3, scattato il 1 ottobre 2018 e che terminerà l'1 marzo 2019. L'assessore all'ambiente Raffaele Cattaneo parla di "perfezionamento della delibera, che permetterà di tenere conto di particolari situazioni evitando di penalizzare inutilmente i cittadini". Secondo Cattaneo, le deroghe appena introdotte avranno un impatto non superiore al 2% sull'efficacia del blocco perché si tratta di un numero contenuto di mezzi.

Potranno circolare i proprietari di veicoli Diesel Euro 3 con Isee inferiore a 14 mila euro, se non possiedono un altro veicolo non soggetto a limitazioni. E poi, sempre a questa condizione, gli ultra settantenni. Ancora, saranno derogati i Diesel Euro 3 adibiti a soccorso stradale, spazzaneve, ambulanze e altri trasporti specifici come da articolo 54 del codice della strada.

Una deroga viene riconosciuta a tutti coloro che siano in attesa della consegna di un nuovo veicolo non sottoposto alle limitazioni, a patto che possano dimostrarlo al controllo. E poi i veicoli appartenenti a società o associazioni sportive iscritte a federazioni ufficiali, ma anche veicoli privati utilizzati da iscritti alle stesse società o associazioni, a patto che il presidente della società o associazione scriva una dichiarazione apposita. Stessa deroga per gli arbitri, direttori di gara o cronometristi, stavolta con dichiarazione del presidente della federazione.

Non più automatismi nelle misure temporanee

Il provvedimento prevede anche che le procedure di applicazione dei livelli di attivazione e disattivazione delle misure temporanee di primo e secondo livello (che scattano dopo 5 giorni consecutivi in presenza di valori superiori ai 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili) tengano conto di eventuali previsioni meteorologiche non univoche e convergenti, sulla base degli scenari di qualità dell'aria previsti.

E' stato inoltre previsto di adeguare le procedure di 'rientro al livello verde' di nessuna allerta. Il controllo dei dati rilevati dalle stazioni avverrà quotidianamente, a partire dal 1 dicembre 2018, senza aspettare il lunedì o il giovedì per l'eventuale eliminazione dei blocchi.

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Incendio a Segrate, fiamme nell'officina del rottamaio: enorme nuvola di fumo nero

  • Incidente in corso Genova Milano: ferite due ragazze di 18 e 19 anni, tram deviati in centro

Torna su
MilanoToday è in caricamento