Febbre del Nilo: la malattia tropicale colpisce nel Milanese

Due casi di contagio sono stati registrati a Rho e Pregnana Milanese

Il virus del Nilo viene trasmesso spesso dalle zanzare (da avistrentino.org)

I comuni di Rho e di Pregnana Milanese hanno annunciato l'intensificazione dell'attività di disinfestazione delle zanzare dopo che l'Agenzia di Tutela della Salute ha segnalato che due cittadini, uno di Rho e l'altro di Pregnana, erano risultati positivi alla malattia del Nilo, trasmessa proprio da questi insetti. La patologia appartiene al gruppo di virus di cui fanno parte anche la febbre gialla e alcuni tipi di encefalite.

"La malattia di cui non conosciamo i particolari a riguardo del  soggetto colpito né dove è stata contratta e in quali condizioni, potrebbe utilizzare come vettore le zanzare" si legge sul sito del comune di Rho e Pregnana, che a scopo precauzionale, appunto, hanno aumentato gli interventi di disinfestazione.

La malattia, che la prima volta è stata identificata in Uganda nel 1937, dà come primi sintomi la presenza di febbre moderata, un senso di malessere generalizzato, mancanza di appetito, nausea e cefalea. Ma può anche risultare asintomatica (nell'80% dei soggetti colpiti). In alcuni casi i contagiati soffrono anche di dolori muscolari e articolari, mal di schiena, eruzioni cutanee, tosse, difficoltà respiratorie e dissenteria. Solo in una piccola percentuale di soggetti già debilitati si verificano complicazioni più gravi.

Prevenzione

Per evitare il rischio contagio le amministrazioni comunali di Rho e Pregnana raccomandano ai cittadini di "difendersi dalle zanzare" con alcuni semplici accorgimenti, quali la pulizia periodica delle grondaie, l'eliminazione di ristagni d'acqua e sterpaglie, e l'installazione di zanzariere. Anche perché l'intervento del comune è limitato alle "aree pubbliche. Tutti gli interventi di disinfezione e disinfestazione negli edifici e terreni privati devono essere effettuati a cura e spese dei proprietari".

Dal 2008 in Italia la malattia del Nilo è stata dichiarata endemica dalle autorità sanitarie: si tratta infatti di una patologia molto frequente sul territorio. Nel 2012 in Texas, Stati Uniti, si verificò una delle peggiori epidemie virali di questa patologia, a causa della quale morirono 286 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento