Fecondazione eterologa: 2 milioni di euro per la banca dei gameti al Nigaurda

Sarà "tramite" tra i donatori e i centri lombardi in convenzione con il servizio sanitario nazionale

Il Niguarda

All'ospedale Niguarda di Milano, più di 60 coppie attendono di cominciare la procedura per la fecondazione eterologa, "legalizzata" da una sentenza della Corte Costituzionale e successivamente inserita nei Livelli Essenziali di Assistenza (Lea) per i quali è possibile pagare soltanto il ticket (in Lombardia circa 500 euro).

La Regione ha approvato, da poco, una delibera sul funzionamento della banca dei gameti allestita al Niguarda, che raccoglierà le donazioni di ovuli e seme e farà da tramite per i centri lombardi autorizzati all'eterologa. L'inserimento dell'eterologa nei Lea è stato faticoso: la giunta di Roberto Maroni, infatti, per tanti anni aveva rifiutato questa opzione. 

L'assessore competente, peraltro, era sempre lo stesso: il liberale di Forza Italia Giulio Gallera. Che, di suo, sarebbe stato favorevole fin da subito. La Regione Lombardia ora spenderà circa 2 milioni di euro per la banca dei gameti al Niguarda e aprirà i bandi (destinati alle strutture estere) per raccogliere le donazioni di sperma e ovuli. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

  • Uomo vestito da Joker e con una pistola finta provoca il panico in metro a Milano: treni in tilt

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento