Filippo, il bimbo di 5 mesi con una malattia rara: serve subito un trapianto, si cerca un donatore

Domenica gazebo di Admo a Milano per trovare donatori di midollo. La storia del piccolo

Il piccolo Filippo - Foto da pagina Facebook "Un dono per Filippo"

Si aspetta "un dono" Filippo. Un regalo che gli permetta di continuare a vivere, di iniziare a godersi la vita senza problemi, come dovrebbe fare chiunque alla sua età. 

Sì, perché Filippo ha soltanto cinque mesi: è nato lo scorso 19 aprile a Cusano Milanino e da agosto combatte contro la "linfoistiocitosi emofagocitica", una malattia genetica rara che colpisce un bambino su 50mila. Per quella patologia, certificata dai medici degli Spedali civili di Brescia, non esiste una cura, una medicina, ma serve un trapianto. 

"Ciao a tutti mi chiamo Filippo - raccontano i genitori del piccolo sulla pagina Facebook che hanno aperto per lui e che hanno chiamato proprio 'Un dono per Filippo' -. Sono affetto da Linfoistiocitosi Emofagocitica o Hlh e per la mia malattia non esiste ancora una cura farmacologica, la mia unica speranza è un trapianto di midollo osseo".

E quel trapianto può avvenire soltanto grazie a un donatore perché la sorellina di Filippo, la piccola Ada, non è compatibile. Così la storia del bimbo è arrivata fino ad Admo, l'associazione donatori di midollo osseo che aveva seguito anche Alex, il bimbo affetto dalla stessa malattia per cui si era mobilitata l'Italia intera. 

Per trovare un donatore per Filippo, e per tutti gli altri bimbi nelle sue stesse condizioni, domenica a Milano è stata organizzata la giornata "Match it now". L'appuntamento è dalle 10 alle 18 in piazza Oberdan, zona Corso Buenos Aires, dove sarà allestito il banchetto di Admo per permettere a chiunque lo voglia di iscriversi al registro dei donatori, che dovranno avere tra i 18 e i 35 anni di età e un peso di almeno 50 chili. Per tipizzare il midollo chi vorrà dovrà sottoporsi semplicemente a un prelievo del sangue o di saliva.

L'invito più dolce è arrivato dallo stesso Filippo: "Vi tengo d'occhio eh - hanno scritto mamma e papà con tanta ironia -. Milanesi imbruttiti o giargana che siate io non faccio distinzione: il vostro midollo può servire a salvare una vita. I volontari di Admo Milano vi aspettano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento