Smog, Sala: "Cambiare le caldaie inquinanti", gli amministratori di condominio: "Servono incentivi"

Secondo i dati forniti dal sindaco ci sono 1.300 condomini alimentati a gasolio e 300 a biomasse

Smog a Milano

Migliora (di poco) la qualità dell'aria di Milano: nella giornata di domenica 19 gennaio diverse centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di inquinanti di poco inferiori alla soglia di 50 microgrammi per metro cubo. Per il momento, inoltre, restano in vigore le misure antismog di secondo livello e se il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha lanciato l'idea di proibire il fumo all'aperto entro il 2030, Palazzo Marino è al lavoro per cercare soluzioni nel breve periodo.

La ricerca: ecco quanto inquinano le sigarette

Tra i responsabili dell'inquinamento ci sono le caldaie. Sala, sempre durante durante l'appuntamento della colazione coi cittadini a Isola di sabato 18 gennaio, si è preso l'impegno di abbandonare le caldaie a gasolio in tutti gli edifici comunali entro fine mandato (2021), "Ma in città ci sono ancora 1.300 condomini alimentati a gasolio, 300 addirittura a biomasse, ossia riscaldati con la legna. É il momento di fissare delle scadenze con gli amministratori", ha fatto sapere il sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Finalmente il tema della sostituzione delle caldaie obsolete e quindi maggiormente inquinanti sta diventando centrale", ha commentato Leonardo Caruso, presidente dell'Anaci di Milano (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari). "Per ottenere risultati concreti, anche nel medio periodo, è però necessario porre in essere, a tutti i livelli istituzionali, dal governo ai comuni passando dalle Regioni, politiche mirate realmente – ha proseguito Caruso - e quindi con incentivi forti e facilmente accessibili. E poi, fattore non secondario, confrontarsi davvero con chi, come noi, vive quotidianamente questa problematica e ne conosce sia gli aspetti tecnici, sia quelli sociali e comportamentali del proprietario di un immobile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Il Coronavirus non si ferma: in un giorno 848 contagi tra Milano e hinterland. Tutti i dati

Torna su
MilanoToday è in caricamento