Lg presenta a Milano la lavatrice per fare due lavaggi separati contemporaneamente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Uno spazio con 5 lavasciuga funzionanti è stato installato in Piazza Cadorna mercoledì 12 e giovedì 13 settembre per dare vita alla Washing Challenge di LGElectronics (LG), una sfida in cui il brand coreano darà dimostrazione di quanto può essere semplice riuscire a fare un bucato perfetto e avere ancora tempo per dedicarsi alle proprie passioni grazie a LG TWINWash, la rivoluzionaria lavatrice a doppio cestello lanciata in Italia lo scorso anno che quest’anno allarga la propria gamma con nuovi modelli.

La prima giornata vedrà protagonisti 10 web influencer, tra cui volti radiofonici, mamme blogger e influencer lifestyle, che si sfideranno a realizzare il bucato perfetto distrincandosi tra programmi di lavaggio, separazione dei capi in base ai differenti tessuti, colori e tipo di sporco, risparmio energetico, corretto quantitativo di capi in base alle differenti capacità di carico.

L’attività avrà una forte eco social grazie alla promozione dell’attività online sui canali social di LG e degli influencer coinvolti che raccoglieranno tutti i contenuti sotto l’hashtag ufficiale #WashingChallenge. Il pop up box rimarrà aperto al pubblico nelle giornate del 12 e 13 settembre durante le quali sarà messo a disposizione degli interessati anche un incentivo sull’acquisto di una lavatrice o una lavasciuga LG TWINWash.

L’idea della Washing Challenge nasce da un’indagine che LG ha commissionato all’Istituto di Ricerca Eumetra MR con l’obiettivo di scoprire quali sono le abitudini di lavaggio degli italiani, le loro preferenze e desideri.

Dalla ricerca è emerso che l’88% delle famiglie italiane fa da 3 lavaggi a settimana fino a più lavaggi al giorno, con un impiego di tempo che il 70% degli intervistati stima in 1 o 2 ore per ciascun lavaggio, tempo inevitabilmente sottratto ad attività più piacevoli, soprattutto se si pensa che il 50% dei rispondenti ha dichiarato, seppur con motivazioni differenti (mancanza di tempo durante la settimana, 17% e attenzione ai consumi, 33%), di dedicarsi al bucato durante il fine settimana mentre il 37% dichiara di farlo nelle ore serali.

L’indagine si è soffermata ulteriormente sul fattore tempo, chiedendo agli intervistati come impiegherebbero le ore dedicate al bucato, se potessero utilizzarle per fare altro: il 66% dei rispondenti ha dichiarato che preferirebbe occupare quel tempo leggendo un buon libro, guardando un film e, più in generale, dedicandosi ai propri hobby e passioni. A questa prima risposta si affiancano poi, con il 16% in entrambi i casi, la voglia di trascorrere più tempo con amici e familiari e quella di dedicarsi alla cura di sé e del proprio aspetto fisico.

In ultimo, al panel è stato chiesto se accoglierebbe di buon grado la possibilità di fare due lavaggi separati contemporaneamente (senza l’ingombro di due lavatrici in casa). A questa domanda l’87% degli intervistati si è dichiarato favorevole, con una cospicua rappresentanza delle rispondenti di sesso femminile (91%) che, ancora oggi, sono le principali responsabili del bucato (in quasi il 68% delle case italiane). Rispetto alla possibilità di fare due lavaggi contemporaneamente, è stato inoltre chiesto di indicare quali sarebbero i principali benefici. Tra queste risposte emerge un 34%che intravede l’opportunità di avere finalmente più tempo libero da dedicare alle attività preferite, seguito dal restante 30% che vedrebbe come prioritaria la comodità nel gestire due bucati contemporaneamente.

È proprio a partire da queste risposte che è nata l’idea della Washing Challenge, un momento per raccontare ai cittadini milanesi e non, particolarmente abituati a districarsi tra i molti impegni della vita metropolitana, i vantaggi di LG TWINWash, la lavatrice con doppio cestello che consente di effettuare due lavaggi separati contemporaneamente. Un’opportunità non solo di ridurre il tempo settimanalmente impiegato nel bucato, ma anche di evitare spiacevoli incidenti di lavaggio. Il doppio cestello permette infatti di lavare contemporaneamente bianchi e colorati, capi delicati e resistenti, intimo e abbigliamento sportivo, senza mai correre il rischio di rovinarli. 

Incidenti da cui, come emerso dalla ricerca, gli italiani non sono immuni. Intervistati sull’errore di bucato più frequente, quasi il 50% dichiara infatti di essersi imbattuto almeno una volta in unincidente di colore e il 39% di aver infeltrito, rimpicciolito o rovinato un capo per aver utilizzato il programma di lavaggio sbagliato.

Torna su
MilanoToday è in caricamento