Maltempo a Milano, scatta l'allerta arancione della protezione civile: sorvegliato il Seveso

In città non sono previste precipitazioni ma i due fiumi saranno ingrossati dalle piogge a Nord

A Milano il maltempo incute timore. Anche se in città non è prevista nessuna pioggia abbondante, dalle 18 di venerdì 20 dicembre entrerà in vigore un'allerta meteo proclamata dalla protezione civile di regione Lombardia per "rischio idraulico". La comunicazione della regione prevede un livello di "criticità moderata", codice arancione , livello tre su quattro. Seveso e Lambro saranno sorvegliati speciali.

Le previsioni meteorologiche

Dalla tarda serata di giovedì 19 si verificherà un flusso di correnti da sud sudovest per l’avanzamento dall’Atlantico di una vasta area depressionaria. Tale struttura interesserà gran parte della nostra Penisola tra venerdì e sabato 21 dicembre.

Associate a questa configurazione, sulla nostra regione sono attese precipitazioni fin dal prime ore di venerdì, e per tutta la giornata, a partire dai settori occidentali, per poi estendersi tra la tarda mattina e il pomeriggio-sera ai restanti settori. Nelle prime ore di sabato ancora precipitazioni diffuse; dal primo mattino tendenza all’attenuazione, quindi in esaurimento dalla tarda mattina a partire dai settori occidentali.

La fase più intensa delle precipitazioni è attesa tra la metà del pomeriggio di domani, venerdì, e le prime ore di sabato 21 dicembre. I quantitativi di precipitazioni maggiori sono attesi sulle aree alpine, prealpine e pianure limitrofe (in particolare alta pianura occidentale), oltre all’Appennino pavese (con particolare riferimento alle zone al confine con la Liguria). Durante l’evento su queste aree sono attesi quantitativi di precipitazione mediamente compresi tra 50-100 mm/24h, salvo localmente valori superiori; altrove invece quantitativi inferiori, mediamente tra 5 e 30 mm/24h. Limite neve oltre 1500 metri di quota; tra la serata di venerdì e la mattina di sabato (e durante le fasi più intense), limite neve in abbassamento fino a 1200 metri circa.

In concomitanza al passaggio perturbato, in particolare tra il pomeriggio e la sera di domani, venerdì, si avrà una intensificazione della ventilazione a tutte le quote, con venti da est- sudest: da deboli a moderati in pianura, moderati o forti in montagna, dove tra i 700 e i 1500 metri circa di quota, la velocità media potrebbe raggiungere valori tra i 30 e 70 km/h. Dalla serata, di venerdì e per la giornata di sabato ventilazione in generale attenuazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento