Mezzi gratis ai ragazzi tra i 10 e i 14 anni anche se non accompagnati: la proposta

Una mozione di una consigliera del Pd approvata da Palazzo Marino. Ora la gratuità c'è solo se il minore è accompagnato da un familiare adulto

Repertorio

Rendere gratuiti i mezzi pubblici di Milano ai ragazzi tra i 10 e i 14 anni anche se non accompagnati. E' il contenuto di un ordine del giorno presentato lunedì 16 luglio da Alice Arienta (Partito Democratico) e approvato dal consiglio comunale. Una novità che, a fronte di un costo che si aggira in circa un milione e mezzo di euro all'anno per Atm (e l'amministrazione), potrebbe cambiare il bilancio familiare di molti milanesi.

Oggi, infatti, i minori tra i 10 e i 14 anni viaggiano gratis sui mezzi pubblici soltanto se sono insieme a un familiare adulto, grazie alle agevolazioni regionali ("io viaggio in famiglia"). Ma si tratta di qualcosa che, di fatto, non accade quasi mai. Molto più frequente, per esempio, andare a scuola da soli. Ma in questo caso occorre pagare l'abbonamento, seppure a tariffa non ordinaria: 200 euro l'annuale, 22 euro il mensile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ipotesi proposta da Arienta non è una totale novità: la giunta di Palazzo Marino, nella manovra di bilancio del 2019 che tra l'altro prevede la possibilità di aumentare il biglietto da 1,50 a 2 euro, aveva già scritto nero su bianco che avrebbe valutato la sostenibilità della gratuità sui mezzi pubblici per i preadolescenti non accompagnati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

Torna su
MilanoToday è in caricamento