Diciotti, sei migranti su otto sono partiti spontaneamente da Milano

I sei avevano manifestato l'intenzione di raggiungere i rispettivi parenti in Germania. Due rimangono a Milano in un appartamento

Foto Ansa da Today.it

Sei degli otto migranti giunti a Milano dopo essere sbarcati dalla Diciotti si sono allontanati di loro spontanea volontà dalla struttura (Casa Suraya) che li ospitava. Si tratta di persone che, dopo essere arrivate a Milano il 31 agosto, avevano manifestato il desiderio di raggiungere i loro parenti in Germania.

La cooperativa Farsi Prossimo, che gestisce Casa Suraya, continua il programma di accoglienza per gli altri due, attualmente in un appartamento. E ha dato comunicazione degli allontanamenti alla questura milanese, informando anche Caritas Ambrosiana e Caritas Italiana, che sono i titolari ufficiali della convenzione tra la Cei (Conferenza episcopale italiana) e il Ministero dell'Interno.

Gli otto migranti erano arrivati dopo lo sbarco a Catania della nave Diciotti, incrociatore della guardia costiera italiana rimasta in precedenza ferma, per cinque giorni, nel porto siciliano senza poter sbarcare le persone a bordo per decisione del ministro dell'Interno Matteo Salvini, poi indagato anche per sequestro di persona.

Migranti ospitati dalla Cei

La Cei aveva offero la disponibilità di ospitare circa cento dei migranti della Diciotti, di cui otto a Milano insieme alla cooperativa Farsi Prossimo. Gli otto, da Catania, erano stati momentaneamente trasferiti a Rocca di Papa (Roma), dove non erano fra l'altro mancate forti contestazioni da parte dell'estrema destra.

Casa Suraya e Casa di Nazareth

Casa Suraya è un centro di accoglienza, gestito da Farsi Prossimo, che si trova nel quartiere di Lampugnano, nel complesso delle suore della Riparazione, una congregazione fondata nel 1859 a Milano da Carolina Orsenigo e dal missionario padre Carlo Salerio: i due, nella zona di Porta Romana, aprirono la prima casa accoglienza per ragazze adolescenti, la cui sede (Casa di Nazareth) è oggi condivisa con quella di Casa Suraya.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

  • Rosita e Luca, i due fidanzati morti tra le fiamme nella loro casa sui Navigli a Milano

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento