Area B, arrivano nuove telecamere per la mega Ztl di Milano: ecco le vie "nel mirino"

Già attivi 45 varchi. Alcune telecamere in pre esercizio e altre pronte a essere posizionate

Nei giorni scorsi sono state attivate nuove telecamere, che si aggiungono a quelle già in funzione, per un totale di 45 varchi di accesso ad Area B, la mega Ztl di Milano creata per fermare fuori dalla città le auto più inquinanti. 

"I dati del 2019 ci dicono infatti che Area B  - nelle strade dove sono già state attivate le telecamere - ha permesso di diminuire il traffico di circa il 12-13%", ha assicurato palazzo Marino in un comunicato.

Area B, dove sono le telecamere 

I primi 15 apparecchi erano stati attivati all’avvio del provvedimento, un anno fa, lungo il confine della Ztl ai varchi delle vie Anassagora, Pirelli, Sarca, Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate, Fantoli. 

Successivamente era stata avviata la procedura per la posa, il collegamento e la configurazione di nuovi apparecchi. Il 7 gennaio erano state installate le telecamere nelle vie Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno; il 13 gennaio, un altro gruppo di telecamere nelle vie Assietta, Gabbro, Bovisasca, Oriani, Certosa 1 e Certosa 2, Bressanone, Gallarate, Capodistria, Montefeltro; il 17 gennaio, in Columella, Sesto San Giovanni, Fulvio Testi 1, Comboni, Senigallia 1 e 2, Vincenzo da Seregno 1 e 2, Litta Modignani e Appennini.

"Tutti questi apparecchi dopo il consueto periodo di 30 giorni di pre-esercizio hanno progressivamente iniziato il conteggio degli ingressi - ha spiegato il comune - l’attività sanzionatoria per i veicoli il cui accesso in Area B non è consentito". 

Area B, le prossime telecamere

"In totale i varchi di Area B in funzione completa sono quindi 45", ha spiegato il comune. E il numero è destinato a crescere. 

"A queste telecamere si aggiungono gli apparecchi installati, e attualmente in fase di pre-esercizio, il 24 gennaio nelle vie Monsignor Romero 1, Seguro, Luraghi, Gozzoli, Lucca 1, Lucca 2, Ciconi, Lorenteggio, Lodovico Il Moro, Buccinasco; il 7 febbraio nelle vie La Spezia, Bordighera, Naviglio Pavese, Manduria, Pismonte, Ravenna, Fabio Massimo, Mazzucotelli, Futurismo; il 21 febbraio ai varchi di Rombon 2, Assunta e Raccordo Autosole".

"Sono quindi previste nuove installazioni nel corso del mese di marzo per completare 73 varchi nelle vie Leoncavallo, Teodosio, Ungheria, Rombon 1, Palatucci, Cilea, Sant’Elia, Borsa, Artigianato, Certosa 3; il 19 marzo in Forlanini, Grassi, Padre Morelli, Ornato, Fulvio Testi, via Chiesa Rossa, Padova, Castrovilla, dei Missaglia, Adriano, Certosa 4", ha annunciato l'amministrazione.

187 telecamere entro il 2020

"A giugno, invece, inizierà progressivamente il pre-esercizio delle telecamere del successivo lotto ed entro il 2020 si completerà la rete delle 187 telecamere posizionate ai varchi di Area B, già oggi indicati con la segnaletica verticale", ha sottolineato palazzo Marino.

"Nei giorni scorsi - si legge in una nota ufficiale del comune - sono state varate dall’Amministrazione alcune modifiche al provvedimento. Grazie al meccanismo della lettera inviata a casa in concomitanza con il primo accesso in Area B ai proprietari di veicoli con limitazioni, è stato possibile informare direttamente i cittadini ancora inconsapevoli dei divieti ed evitare le sanzioni ripetute. Per questo il meccanismo che consente 50 giorni anche non consecutivi di accesso ad Area B, introdotto sperimentalmente per un anno, è stato prorogato ed è utilizzabile tra la data del primo accesso di un nuovo veicolo e il 30 settembre 2020 e sarà ulteriormente migliorato e automatizzato con la creazione di una piattaforma informatica che consentirà di renderlo definitivo, sempre per i primi accessi".

Cambia (un po') Area B

"Cambiano leggermente anche le regole per i veicoli trasporto cose pesanti N2 e N3 (superiori a 75 quintali) e bus M2 ed M3 diesel Euro 6 per i quali il divieto di accesso e circolazione ad Area B decorre dopo il ventesimo anno dalla data della prima immatricolazione se questa è stata effettuata entro il 31.12.2020; dopo il quattordicesimo anno dalla data di prima immatricolazione se questa è stata effettuata dallo 01-01.2021 al 31.12.2020 e dal 1° ottobre 2030 se immatricolati a partire dal 1° gennaio 2026", ha annunciato il comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Infine poiché dal prossimo 1° aprile alcune deroghe che Regione Lombardia aveva definito, per esempio, riguardo al commercio ambulante saranno revocate in attuazione del progetto sperimentale ‘Move-In’ (monitoraggio dei veicoli inquinanti), anche Area B viene adeguata.L’adesione al progetto sperimentale ‘Move-In’ consente di avere a disposizione un numero di chilometri predefinito utilizzabile annualmente da ogni veicolo appartenente a una delle classi emissive soggetta alle limitazioni alla circolazione che possono essere utilizzati sui territori oggetto di blocchi alla circolazione per ragioni ambientali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Bonus bici, come sarà e come richiederlo. Retroattivo al 4 maggio ma servono le credenziali Spid

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

  • Bollettino Lombardia martedì 19 maggio: sempre più guariti, ma risalgono morti e contagi

Torna su
MilanoToday è in caricamento