San Siro, Iacchetti apre il suo locale di musica e cabaret. Scommessa da vincere per il quartiere

Le luci si sono "accese" a settembre. Palcoscenico per talenti emergenti ma anche per volti noti. E una novità per un quartiere alla ricerca di identità e rinascita

(da Instagram)

C'è un nuovo locale a San Siro, e un volto noto alle sue spalle: quello Enzo Iacchetti, una delle anime di Striscia La Notizia (in memorabile coppia con Ezio Greggio), ma anche comico di lunga data. Lunga la sua carriera: dopo gli inizi in radio, a cavallo dei suoi trent'anni si esibiva al Derby di via Monte Rosa, passaggio praticamente obbligato per i cabarettisti della sua generazione.

Ora Iacchetti, forte di esperienza personale e di conoscenza dei meccanismi dello spettacolo, fa una scommessa e apre, in via Ricciarelli 3, il Ciu Ciu Bollicine Musicabaret. L'essenza del locale: 70 posti, vino biologico di un'unica cantina (che dà il nome), salumi e formaggi di qualità, musica e cabaret. L'obiettivo dichiarato, quello di dare un palcoscenico a giovani di talento. 

Nel cartellone si trovano però anche nomi importanti, per intenditori. Da quando si sono accese le luci, a inizio settembre, è già transitato Giorgio Conte, maestro del jazz d'autore, ed ha suonato (e suonerà di nuovo) Gigi Cifarelli, chitarrista geniale sulle scene dal 1985. A ottobre si esibirà Silvia Olari, cantautrice e pianista per gusti raffinati, e a novembre Ugo Gangheri, musicista napoletano noto per l'accompagnamento musicale di spettacoli di Giobbe Covatta e dello stesso Iacchetti.

Anche sul fronte del cabaret troviamo nomi che sono una garanzia. Come il già citato Covatta o Maurizio Lastrico, di cui tutti ricordano gli irriverenti endecasillabi dei tempi di Zelig. E Iacchetti salirà di tanto in tanto sul palco per intervistare artisti come Terenzi o Carletti. Lunedì è invece la serata dedicata all'aperitivo con accompagnamento al pianoforte. La "chicca"? Le lezioni di mandolino, da ottobre, con Aco Bocina, croato d'origine e milanese d'adozione, che ha portato questo strumento sui palcoscenici di tutta Europa.

Una "scommessa" per San Siro

Scommessa nella scommessa: il locale si trova nel quartiere di San Siro, al posto di vecchi uffici di un negozio di elettrodomestici che, da tempo, ha lasciato spazio a un supermercato. Meno di un chilometro in linea d'aria dal vecchio Derby (ma questo è il passato) e a qualche decina di metri dall'inizio delle case Aler, della San Siro popolare. E' chiaro che la vocazione è almeno cittadina, ma aprire qui significa anche "giocarsi" la carta di un quartiere di cui ci si attende da tempo una rinascita, complicata da realizzarsi ma non impossibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti a Milano hanno presente quello che è avvenuto a NoLo, la cui sigla ormai non ha più bisogno di essere spiegata. E' il segno che da una narrazione di degrado (che spesso semplifica e banalizza il degrado stesso) si possono seminare elementi, mettere sul tavolo le carte giuste per scommettere su un'area dalle potenzialità inespresse. Si comincia da qui: musica e divertimento di qualità. E si può andare lontano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, Brumotti di Striscia colpito con una bastonata in testa: ricoverato in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento