Palazzine occupate, il Comune stanzia soldi per la messa in sicurezza

E' la prima volta che i soldi vengono vincolati espressamente a questo scopo

Repertorio

Due milioni e mezzo di euro per contrastare l'occupazione abusiva degli edifici pubblici (come uffici, scuole, musei, mercati e via dicendo) dismessi per essere demoliti o riconvertiti. Lo stanziamento è arrivato dal Comune di Milano, per l'esattezza dall'assessorato alla casa e ai lavori pubblici, ed è la prima volta che un importo così ingente viene vincolato a questo tipo di interventi.

L'obiettivo è mettere in sicurezza questi edifici, nella convinzione che le occupazioni abusive portino, inevitabilmente, degrado al quartiere oltre che agli stessi stabili. Dai tamponamenti degli ingressi principali alle lastrature delle finestre e delle porte, dalla pulizia dei rifiuti alla bonifica dei materiali inquinanti, dalle piccole demolizioni al rinforzio di recinzioni, sono parecchi gli interventi che possono essere effettuati con questo stanziamento vincolato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento