'Panettone d'oro', ecco chi sono i milanesi che l'hanno vinto grazie alle loro le virtù civiche

La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 8 febbraio alla Triennale

Panettone d'oro 2018 (da YouTube)

Si sono distinti per le loro virtù e per questo verranno insigniti del Premio 'Panettone d'oro', il prestigioso riconoscimento ideato a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati Milanesi e conferito dalla città metropolitana di Milano. Quindici i cittadini che verranno premiati durante la cerimonia che si terrà l'8 febbraio alla Triennale.

Ad essere premiati sono stati i milanesi che hanno mostrato una concreta rispondenza ai principi del vivere civico operando attivamente a favore delle categorie più deboli e contribuendo a migliorare la qualità della vita anche nei quartieri più difficili. Ad aggiungersi ai 15 premi assegnati altrettante menzioni speciali, attribuite ad associazioni che quotidianamente mettono in pratica e aiutano a diffondere un esemplare comportamento civico nel tessuto urbano.

I premiati

Tra i cittadini premiati prevalgono i volontari di associazioni che operano a favore delle categorie più fragili, come anziani, disabili e stranieri. Giovanni Cavedon, ad esempio, anima del Centro Ambrosiano di Solidarietà che ospita e accompagna verso un nuovo inizio mamme sole con bambini, donne vittime di violenza, persone con disagio psichico e dipendenze. Oppure Laura Gullotti, volontaria fin dall’apertura del Centro Riabilitativo Semiresidenziale, che oggi accoglie 90 bambini con autismo. O ancora quella di Matteo Nassigh, ragazzo con disabilità che ha fatto della sua esperienza la molla per dare vita a un’associazione che si prendesse cura di tutte le persone che come lui convivono con disabilità.

Non mancano poi i progetti di valorizzazione del territorio come quello promosso dai volontari del Giardino San Faustino, che hanno sottratto al degrado con interventi di giardinaggio un’area di 18 mila metri quadri nel quartiere Ortica, o come quello dell’associazione Giardino degli aromi che cura le parti abbandonate del parco dell’ex ospedale psichiatrico «Paolo Pini» di Milano, gestendo una grande superficie di orti sociali e praticando l’ortoterapia con ragazzi disabili.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

  • Incidente per il figlio di Gerry Scotti: ricoverato d'urgenza in ospedale a Milano e operato

  • Milano, pauroso incidente: auto finisce contro un bar e travolge una cliente, donna grave

  • Milano, 16enne disabile massacrato a calci in faccia al Parco Nord: bullo piange per l'arresto

  • Milano, aperti dai ladri cinquanta box nello stesso condominio: via auto e biciclette

  • Schianto tra auto e scooter in viale Umbria: morto uomo di 47 anni

  • Uomo si spara un colpo di pistola in auto: trovato agonizzante in un parcheggio a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento