Cannabis terapeutica coltivata nel Parco Sud e nelle cascine di Milano: il comune ci prova

Approvata una mozione di De Chirico che chiede al comune di aprire un tavolo col governo

Lo stabilimento di Firenze - Foto FirenzeToday

Un modo per non gravare, inutilmente, sulle casse dello Stato. E una strada, evidentemente praticabile, per garantire ai malati quello che è un loro diritto. 

Il comune di Milano "scommette" sulla cannabis terapeutica e sembra pronto a prendere la situazione in mano. Lunedì pomeriggio, infatti, il consiglio comunale ha approvato una mozione presentata da Alessandro De Chirico, consigliere di Forza Italia, che chiede al sindaco Beppe Sala di attivarsi con il governo per "rompere il monopolio della coltivazione della cannabis terapeutica che oggi viene prodotta nello stabilimento farmaceutico militare di Firenze". 

Le coltivazioni toscane, infatti, non sono in grado di far fronte alla richiesta di medicinali a base di cannabis e per questo - ha sottolineato De Chirico - "il ministero della Sanità ha recentemente rafforzato l'import dall'Olanda per rispondere al fabbisogno degli oltre 20mila italiani affetti da malattie gravi", a cui regione Lombardia ha garantito i farmaci gratuitamente

Da qui l'idea di produrre a Milano la cannabis terapeutica - sperando che il governo autorizzi le operazioni - nel Parco sud, che è il più grande parco agricolo d'Europa, e nelle decine di cascine comunali che ci sono in giro per la città. 

"Se il Governo autorizzasse la coltivazione controllata della cannabis terapeutica - ha chiarito De Chirico - da una parte si soddisfarebbe la domanda proveniente da malati gravi e dall'altra parte si creerebbero posti di lavoro e profitti utili a preservare il patrimonio delle cascine milanesi per cui manca la disponibilità di fondi pubblici necessari per le urgenti ristrutturazioni. Inoltre, la mozione chiede anche di attivare un tavolo di confronto con gli enti universitari, istituti di ricerca ed enti sanitari al fine di monitorare gli esiti della ricerca e della sperimentazione".

L'ok del consiglio comunale - sette i voti contrari, tra cui uno di Forza Italia e due della Lega -, è stato accolto con gioia da Lorenzo Lipparini, consigliere dei Radicali, che da tempo si battono per la cannabis terapeutica gratuita. "Il consiglio Comunale di Milano approva la mozione per istituire un tavolo tra istituzioni e identificare luoghi e modalità di produzione di Cannabis terapeutica nel Comune di Milano - ha annunciato Lipparini -. Complimenti al proponente Alessandro De Chirico".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

Torna su
MilanoToday è in caricamento