Milano come Barcellona e Helsinki: una piattaforma digitale per interagire con la città

“Con la digitalizzazione affiancheremo nuovi canali di partecipazione a quelli tradizionali”

Repertorio

“Dopo molte esperienze di processi partecipativi realizzati in città anche con l’ausilio di diverse soluzioni digitali, Milano ha deciso di dotarsi di una piattaforma che consentirà di gestire tutte le relazioni coi cittadini a supporto degli istituti di iniziativa popolare e democrazia deliberativa. Partiremo a marzo per discutere la proposta di nuovo regolamento sulla Partecipazione del Comune di Milano. Con la digitalizzazione affiancheremo nuovi canali di partecipazione agli strumenti tradizionali ampliando le possibilità di coinvolgimento dei cittadini nel governo della città".

Queste le parole dell’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Lorenzo Lipparini in occasione dell'ultima sessione di eventi di “Milano partecipa” la tre giorni dedicata ai temi della democrazia partecipativa, dell’attivismo civico e del coinvolgimento della cittadinanza nei processi decisionali riguardanti la città e i beni comuni.

Partecipazione dei cittadini, Milano sull'esempio di Barcellona

“Abbiamo preso come modello la soluzione messa a punto dal Comune di Barcellona – ha spiegato l’assessore Lipparini –  utilizzata da altre grandi città come Helsinki; una piattaforma modulare e open source che nell’ambito del terzo piano di azione nazionale sull’open government è stata tradotta in italiano e integrata al servizio pubblico di identità digitale spid”.

“ll Comune di Milano adatterà lo strumento alle esigenze delle amministrazioni locali  – ha proseguito l’assessore Lipparini-  integrandolo al sistema dei servizi digitali e dell’anagrafe con l’obiettivo di utilizzarlo per raccogliere le petizioni dei cittadini, realizzare consultazioni, e digitalizzare processi amministrativi codificati come la promozione di delibere popolari e referendum. Ringrazio tutte le persone che hanno lavorato alla organizzazione e allo svolgimento di questa tre giorni". 

"Milano Partecipa"

"Milano partecipa" è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data del Comune di Milano e Fondazione Cariplo e si è tenuto presso l’auditorium del Mudec – Museo delle Culture, negli spazi di Cariplo Factory e presso il Padiglione Visconti del Teatro alla Scala, oltre che in luoghi diffusi della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Gli oltre 120 incontri che hanno animato il festival - ha concluso Lipparini - hanno messo in mostra la ricchezza delle competenze e delle progettualità che hanno trovato a Milano un terreno di approfondimento e sperimentazione, che vogliamo valorizzare mettere a disposizione delle altre amministrazioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

Torna su
MilanoToday è in caricamento