Milano, pista ciclabile Monte Rosa: alla fine Palazzo Marino si farà carico dei lavori

"Spiace constatare come il Comune si trovi in difficoltà con imprese che non sono in grado di rispettare gli impegni assunti", le parole dell'assessore Marco Granelli

Repertorio

È stato risolto il contratto con l’impresa che aveva avuto in affidamento l’appalto per i lavori di realizzazione della ciclabile Amendola-Fiera che transita in via Monte Rosa. Nel corso del mese di febbraio i lavori del primo lotto riprenderanno per essere completati da un’impresa dell’appalto comunale di manutenzione straordinaria delle strade.

Il passaggio di consegne: l’area verrà presa in carico dal Comune per la messa in sicurezza e la pulizia con il ripristino dei percorsi pedonali, la segnaletica di cantiere e la corretta transennatura.

Il tentato accordo

Nelle scorse settimane il Comune aveva tentato inutilmente un accordo e una transazione con la Viabit, l’impresa che era subentrata a una ditta precedente a sua volta inadempiente. Inizialmente i lavori erano ripresi con efficienza e, da gennaio a maggio 2019, il cantiere era andato avanti nei tempi definiti. Successivamente la ditta aveva rallentato l’attività fino a fermarsi completamente, per poi abbandonare il cantiere e attivare un’azione legale contro il Comune.

Ne è seguito un tentativo di accordo transattivo da parte dell’Amministrazione per cercare di far proseguire i lavori senza ulteriori interruzioni e ritardi, ma l’opportunità non è stata colta dall’impresa che non si è presentata agli incontri decisivi e precedentemente concordati. Fino allo scorso 20 dicembre quando il Comune ha inviato formalmente la rescissione del contratto e la richiesta di riconsegna del cantiere entro massimo 30 giorni come previsto dalla legge. Il Comune ha convocato per oggi l’impresa per prendere definitivamente in consegna le aree e avviare la messa in sicurezza del cantiere attraverso gli appalti di manutenzione ordinaria.

“Spiace constatare come il Comune si trovi in difficoltà con imprese che non sono in grado di rispettare gli impegni assunti ed eseguire i lavori secondo il progetto e i tempi contrattuali – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori Pubblici –. e ora l’impresa se la vedrà con l’Avvocatura comunale, mentre ho chiesto agli uffici tecnici di far eseguire i lavori il più celermente e meglio possibile, per dare quanto prima ai cittadini la pista ciclabile e i marciapiedi nelle migliori condizioni. Questo è il nostro obiettivo. I milanesi hanno dovuto attendere e sopportare i disagi del cantiere già troppo a lungo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento