Milano, cartilagine del naso rigenera quella del ginocchio: primo intervento in Italia

All'Istituto Ortopedico Galeazzi l'operazione 'nose to knee'

Sala operatoria (immagine repertorio)

'Nose to knee', così si chiama l'operazione che utilizza la cartilagine del setto nasale per rigenerare quella articolare del ginocchio. Il primo intervento chirurgico di questo tipo è stato realizzato per la prima volta in Italia al Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, grazie allo staff guidato dal professor Giuseppe Peretti, responsabile Euorr (Equipe Universitaria di Ortopedia Rigenerativa e Ricostruttiva) del Galezzi e docente presso l’Università degli Studi di Milano.

L'operazione

Questo primo intervento si colloca nell’ambito di uno studio clinico sperimentale, finanziato dalla Comunità Europea, che ha visto coinvolti nell’arruolamento dei pazienti, oltre all’Istituto Ortopedico Galeazzi, altri quattro centri europei: la University Hospital di Basilea, la Universitätsklinikum Freiburg di Friburgo, la University Hospital Sveti Duh di Zagabria e la Universität Würzburg di Würzburg.

A beneficiare della prima operazione eseguita nel nostro paese è stato un giovane paziente affetto da oltre tre anni da una lesione alla cartilagine del ginocchio, che gli provocava forti dolori e limitava molto i suoi movimenti. Dieci anni fa l'uomo aveva già subito un intervento con tecnica tradizionale, ma ultimamente i dolorosi sintomi erano tornati a essere acuti.

La scoperta

“È un intervento relativamente semplice dal punto di vista tecnico – afferma Peretti – quello che invece è straordinario è il percorso di ricerca che è stato effettuato negli anni, che ha permesso di convertire questa scoperta in un’applicazione clinica potenzialmente molto promettente. Le cellule derivanti dal setto nasale – continua Peretti – si sono dimostrate, in precedenti studi, più efficaci nel produrre un neotessuto cartilagineo delle cellule cartilaginee del ginocchio stesso”.

Rispetto alle metodologie tradizionali la tecnica 'Nose to knee' dà speranze in termini di ricostruzione della cartilagine a livello integrale, oltre che di possibilità per i pazienti di condurre un'attività fisica intensa.

Per raggiungere questo importante traguardo sono stati necessari molti anni di ricerca di base e pre-clinica di medicina rigenerativa, che si sono svolte principalmente presso i laboratori dell’University Hospital di Basilea, guidati dell’italiano Ivan Martin e dagli svizzeri Marcus Mumme e Marcel Jakob, quest’ultimo anch’esso presente in sala operatoria come osservatore per il primo impianto di questo studio in Italia.

Chi può candidarsi all'intervento

Prosegue quindi l’arruolamento per lo studio, che è aperto a pazienti di ambo i sessi con età compresa tra i 18 e i 65 anni che non presentino già una grave degenerazione artrosica dell’articolazione e che siano affetti da uno o due lesioni della cartilagine del ginocchio, con una estensione totale non superiore agli 8 centimetri quadrati.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come avere labbra carnose ed ottenere un effetto volumizzante

I più letti della settimana

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

  • Bimba ha un tumore al cuore: salvata a Milano con il primo intervento con gli ologrammi

  • Follia su un volo Air Italy per Malpensa: uomo impazzisce e aggredisce tutti, aereo costretto a tornare

  • Lavoro, il Comune di Milano assume: aperte 350 posizioni, ecco dove inviare i curriculum

Torna su
MilanoToday è in caricamento