Milano, c'è un progetto per l'Ex Manifattura Tabacchi: la casa di riposo di lusso con le suite

La struttura darà lavoro a circa 90 persone. Il progetto di due edifici costerà 20 milioni di euro

Il rendering

Dopo anni di 'abbandono' il lato nord dell'Ex Manifattura Tabacchi ha finalmente un progetto con tempi certi. Health Invest, società specializzata nell'attività di progettazione e realizzazione di strutture immobiliari destinate al settore sanitario e socio-sanitario, ha presentato un piano di sviluppo che vedrà sorgere nell'area una casa di riposo di ultimissima generazione.  

Il progetto da 20 milioni di euro

Si tratta di un investimento di circa 20 milioni di euro per il cantiere edilizio. Il nuovo insediamento sarà concepito nel rispetto dello stile architettonico originale dell'Ex Manifattura Tabacchi per esprimere caratteri urbani e ambientali di alto profilo qualitativo, insieme a funzioni omogenee e variegate di servizio alla collettività. 

La struttura residenziale sanitaria per anziani (rsa) sorgerà sull'area nello spazio situato tra viale Fulvio Testi e via Esperia, adiacente alla fermata Bicocca della linea 5 della metropolitana.

La casa di riposo con le 'suite' all'ex manifattura tabacchi

La realizzazione del progetto prevede la costruzione di un nuovo complesso immobiliare costituito da due edifici per una superficie complessiva di 8.500 mq.  Il primo edificio è destinato ad accogliere una rsa da 120 posti letto, prevalentemente in camera singola, con un centro diurno integrato di 20 posti al piano con accesso indipendente, mentre il secondo edificio costituirà una struttura residenziale con 28 appartamenti protetti per anziani autosufficienti o semi-autosufficienti (apa). 

L'edificio principale, destinato a rsa e centro diurno, si svilupperà su quattro piani fuori terra con ampi spazi di vita comune, mentre all'ultimo piano sono previste alcune 'suite' dotate di terrazze e spazi dedicati. L'edificio adiacente, dove sorgeranno gli appartamenti, si svilupperà su sette piani fuori terra. 

Gli appartamenti per anziani autonomi

I 28 appartamenti per anziani autosufficienti o semi-autosufficienti sono concepiti come una soluzione abitativa sicura per persone anziane, disegnati per permettere loro di vivere in modo autonomo e indipendente, seppur in un ambiente controllato, beneficiando della disponibilità e dell'accessibilità 24h/24h a una serie di servizi quali infermeria, studio medico, servizi di ristorazione, pulizia e palestra riabilitativa, strutturati per fronteggiare una situazione crescente di emarginazione e disagio sociale. 

L'edificio destinato agli appartamenti, oltre alle abitazioni, disporrà di spazi comuni quali soggiorno, palestra e sala attività, locale lavanderia, sala fitness, sala lettura e bagno assistito, ristorante comune con terrazza annessa. Gli appartamenti appartamenti sono stati progettati con diversi tagli - 20 bilocali e 8 trilocali - e misureranno tra i 60 mq e i 75 mq di superficie.

L'intero complesso immobiliare disporrà di ampio piano interrato con parcheggi, servizi, depositi e cantine al servizio degli appartamenti. L'inizio dei lavori di scavo è previsto per i primi mesi del 2020 e la struttura sarà ultimata e consegnata alla gestione per la fine del 2021, per poi aprire al pubblico nell'inverno/primavera 2022. 

La struttura darà lavoro a circa 90 persone

"Siamo certi - ha commentato Roberto Tribuno, amministratore unico di Health Invest - che la realizzazione di queste due rsa avrà un impatto socio-economico positivo sul territorio. Prevediamo l'assunzione diretta e indiretta di circa 80-90 persone per ciascuna struttura tra personale sanitario, amministrativo, tecnico e dedicato alla manutenzione degli edifici. Inoltre, il conseguente indotto derivante dalla gestione, in termini di acquisti di beni e servizi sul territorio, porterà a una ricaduta concreta sulle attività economiche e commerciali delle due zone dove sorgeranno". 

Oltre a questo progetto, infatti, Health Invest sta sviluppando un altro edificio nell'Ex Istituto scolastico 'San Celso', in zona San Siro.

"La realizzazione di queste due strutture - ha detto l'assessore all'Urbanistica di Milano, Pierfrancesco Maran - andrà ad ampliare l'offerta di servizi dedicati agli anziani, offrendo una dimensione di comunità e un'assistenza continua a chi troppo spesso vive da solo. Verranno inoltre rigenerate due aree dismesse, una ex scuola di Siro e l'area dell'Ex Manifattura Tabacchi alla Bicocca, con interventi caratterizzati da elevati standard energetici e qualità progettuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento