Plagiò un'app: Facebook deve dare 350 mila euro a software house milanese

La sentenza della quantificazione del danno è arrivata dopo due vittorie in tribunale

Repertorio

Una software-house milanese, la Business Competence di Cassina de' Pecchi, otterrà 350 mila euro da Facebook per avere "copiato" una applicazione che suggerisce agli utenti i locali nelle vicinanze. "Davide" ha già vinto in primo grado (nel 2016) e in Appello (nel 2018) contro il "Golia" statunitense, ed ora è arrivata la sentenza con cui viene quantificato il danno (e di conseguenza il risarcimento) in suo favore.

Il caso risale al 2012, quando Business Competence lanciò l'applicazione "Faround", e pochi mesi dopo Facebook lanciò "Nearby Places". Secondo i giudici del primo grado e dell'Appello, le due applicazioni differiscono solo per l'aspetto grafico, ma per il resto sono sostanzialmente identiche. Non sufficientemente provato, invece, che Facebook abbia sviluppato "Nearby Places" in modo del tutto indipendente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giudici hanno quindi fissato in 350 mila euro il risarcimento che spetta a Business Competence e Facebook dovrà pagare anche 90 mila euro di spese legali e rimborsare a parte i consulenti tecnici dell'azienda di Cassina de' Pecchi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento