Lavoratori Auchan-Conad a rischio, sindacati annunciano lo sciopero: in piazza il 5 dicembre

A comunicarlo Filcams-Cgil Milano e Uil Tucs-Uil Milano e Lombardia. L'appuntamento è alle 9:30 in piazza Duomo

Lavoratori in mobilitazione (Filcams Cgil Venezia)

Una giornata di sciopero dei dipendenti di Auchan-Conad, e una manifestazione in piazza Duomo. È quanto annunciano Filcams-Cgil Milano e Uil Tucs-Uil Milano e Lombardia. L'appuntamento è per giovedì 5 dicembre alle 9:30 in piazza Duomo. La mobilitazione riguarda tutti i lavoratori di Margherita Distribuzione (ex Auchan) della sede di Trucazzano, dipendenti della sede, del deposito e degli ipermercati.

"Il 15 novembre scorso - scrivono i sindacati in una nota - Conad ha voluto con urgenza un incontro durante il quale, ancora una volta, ha illustrato in maniera fumosa gli interventi che intende attuare per i punti vendita dell'ex-rete Auchan/Sma. L'unica informazione chiara è stata la dichiarazione aziendale di 6.197 esuberi, mentre confuse e aleatorie risultano le strategie volte a garantire i posti di lavoro. Appare definitiva l'intenzione di chiudere tutto il processo di questa riorganizzazione entro la fine del 2020, ma in tale scenario la sede di Rozzano non sembra far parte delle preoccupazioni e priorità di Conad. Al di là dell'uscita incentivata dei manager non emergono soluzioni adeguate a garantire l'occupazione per tutti gli altri lavoratori, circa 600 impiegati. A questo si aggiungono le preoccupazioni legate ai punti vendita già confluiti in Conad, che sulla rete milanese alimentano dubbi sul mantenimento dei livelli salariali e occupazionali".

La fusione Auchan-Conad

Sono sedici i supermercati Auchan di Milano che hanno cambiato insegna diventando Conad. Gli ultimi due, in via Circo e in via Astesani, riapriranno con la "nuova maglia", aveva fatto sapere la società attraverso un comunicato.

"Con queste due nuove riaperture completiamo la prima fase di integrazione dei punti di vendita milanesi della rete Auchan in quella Conad; riprenderemo i restanti cambi nel nuovo anno — aveva sottolineato l’amministratore delegato di Commercianti Indipendenti Associati Conad Luca Panzavolta —. I primi riscontri, per quanto molto sommari, evidenziano fatturati di nuovo positivi, miglioramento dell’offerta e dei servizi al cliente per andare oltre il semplice bisogno di fare la spesa, generale apprezzamento delle nuove gestioni".

Il futuro dei supermercati dell'hinterland

Non è ancora chiaro quale sarà il futuro dei supermercati Auchan dell'hinterland milanese. Nelle scorse settimane l'azienda aveva fatto sapere che c'erano "molte probabilità" che l'ipermercato Auchan di Rescaldina diventasse Conad. La società, interpellata da MilanoToday, aveva precisato che non intendeva chiudere punti vendita, ma non è ancora chiaro come cambierà il mall alle porte di Milano.

Il piano industriale presentato da Conad lo scorso 30 ottobre è oggetto delle trattative tra azienda e parti sociali e attualmente non è ancora stato redatto un "piano operativo". In pratica non si sa quale sarà il destino dei lavoratori dei punti vendita che non sono ancora passati sotto l'ala del colosso bolognese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento