Milano, nasce uno sportello lavoro dedicato ai rider: la Uil si dichiara contro

Il servizio del comune offrirà ai corrieri del cibo consulenza e formazione. Ma il sindacato non è d'accordo

Rider (foto di repertorio)

Il 18 luglio il comune ha aperto il primo sportello in Italia dedicato ai riders, i fattorini che consegnano cibo a domicilio sfrecciando per la città in bicicletta. Il servizio offre ai corrieri, che spesso a Milano hanno protestato per la totale mancanza di tutele nei loro confronti, consulenza sui temi della sicurezza stradale e dei diritti del lavoro. Contro l'apertura dello sportello si è dichiarata Uil Lombardia, sostenendo che la creazione di un servizio diversificato rispetto a quello degli altri lavoratori è controproducente.

Il servizio per i riders, che avrà anche una funzione informativa e di ascolto, sorge all’interno degli spazi del Centro Comunale per l’impiego e la formazione di viale D’Annunzio 15, nei pressi della Darsena, luogo abituale di ritrovo per molti corrieri del cibo della città. Presente all'inaugurazione dello sportello, l'assessore alle politiche per il lavoro, attività produttive e commercio, Cristina Tajani ha dichiarato: "Nell’attesa della definizione a livello nazionale dell’inquadramento contrattuale della figura dei riders, come principale Amministrazione locale interessata dal fenomeno del food delivery, intendiamo offrire ai tanti giovani impiegati nella gig economy uno sportello dove trovare ascolto delle singole esigenze nonché validi percorsi formativi per svolgere questa attività lavorativa nel rispetto della sicurezza stradale e personale". 

Contraria all'apertura del servizio per i fattorini di food delivery si è invece detta Uil Lombardia, il cui segretario generale Danilo  Margaritella ha affermato: "Avevamo avanzato la proposta di uno sportello che facesse rete con i nostri ma il Comune ha deciso di andare avanti per la sua strada. Questo non va bene, nessuno ha la ricetta pronta per risolvere situazioni di questo tipo e quindi un percorso condiviso sarebbe l’ideale". 

Lo sportello per i fattorini sarà attivo il mercoledì e il giovedì, dalle 9:30 alle 12, con servizi di ascolto e consulenza già disponibili e percorsi di formazione gratuiti proposti a partire da settembre. I corsi formativi, nello specifico, forniranno strumenti utili da spendere nella quotidianità lavorativa, spaziando dalla sicurezza stradale agli accorgimenti necessari per evitare infortuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Milano, gira in strada con tre zaini in spalla: dentro ha 2,3 chili di droga e 10mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento