Spreco alimentare, 154 mila pasti recuperati in un anno con il centro di raccolta

Il servizio è pronto al raddoppio: dopo l'hub dell'Isola ne partirà uno in via Bassini

Soddisfacente il bilancio del primo anno di vita dell'hub di quartiere contro lo spreco alimentare, sorto in via Borsieri (zona Isola) nel mese di gennaio del 2019. Sono state recuperate 77 tonnellate di cibo, per una equivalenza di 154 mila pasti. Coinvolte 21 organizzazioni non profit, 11 supermercati e 5 mense aziendali. Il progetto è nato all'interno delle azioni del protocollo "zero sprechi" promosso dal Comune di Milano con il Banco Alimentare della Lombardia ed è pronto a raddoppiare: un nuovo hub sarà localizzato in via Bassini 26, nel Municipio 3. 

L'obiettivo dell’hub di quartiere è quello di fornire risposte concrete alla domanda di riduzione degli sprechi alimentari in città e di accesso al cibo da parte delle persone bisognose, garantendo un servizio di raccolta alimentare e redistribuzione su piccola scala. 

Fondamentale il sostegno di alcune realtà come Fondazione Cariplo, Fondazione Vismara, Fondazione Romeo e Enrica Invernizzi, Fondazione Fiera, Fondazione Snam e Intesa Sanpaolo, che hanno promosso il programma QuBì, contro la povertà infantile. Il nuovo hub è reso possibile dall'ingresso di altri attori: Avis e Banca di Credito Cooperativo.

«Possiamo decisamente parlare di un grande successo per l’hub di via Borsieri - commenta la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo - che ha così posto le basi per poter essere replicato anche in altri Municipi. I numeri raggiunti dimostrano ancora una volta che se tutti gli attori collaborano per un obiettivo comune è possibile creare una rete efficace e solidale capace di rispondere ai bisogni anche di una grande città come Milano».

«Programma QuBì - afferma Monica Villa, vicedirettrice dell’area servizi alla persona della Fondazione Cariplo - ha scelto fin da subito di sostenere gli hub in quanto permettono di recuperare il fresco, in particolare frutta e verdura, e quindi migliorare l’alimentazione delle persone in povertà».

Contro lo spreco: il bilancio dell'hub di via Borsieri

Le tonnellate di cibo donato nell’hub di via Borsieri sono state 77, per un totale di circa 154.000 pasti equivalenti, con un valore economico di 308 mila euro, raggiungendo i livelli previsti dal modello studiato dal Politecnico di Milano, tra i partner del progetto. Sono inoltre aumentati nel corso dell’anno gli attori sociali che usufruiscono del servizio: le organizzazioni non profit sono infatti passate da 14 a 21.

«Esprimo un’enorme soddisfazione nell’aver contribuito a realizzare una soluzione di sistema per affrontare il recupero delle eccedenze piccole e diffuse, le più difficili da gestire. Questi progetti hanno un valore di educazione alla solidarietà - sia per i singoli sia per la collettività - di cui abbiamo profondo bisogno in questa epoca in cui sono alti i rischi di aumento della disuguaglianza sociale e della emarginazione», afferma Alessandro Perego, direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento