"Danno per i clienti italiani": lo Starbucks di Milano denunciato per i prezzi troppo alti

Il Codacons presenta un esposto all'Antitrust, l'autorità garante del mercato. I fatti

Starbucks di Milano - foto da Inst postibelliamilano

Milanesi e turisti sembrano apprezzare e anche tanto. Le associazioni dei consumatori un po' meno. 

Starbucks, che venerdì ha aperto il suo primo bar milanese - il più grande d'Europa, accolto da una folla in trepidante attesa e disposta a fare ore e ore di coda per un caffè -, è stata denunciata all'Antitrust, l'autorità italiana garante della concorrenza e del mercato. 

A presentare l'esposto è stato il Codacons, che ha messo nel mirino i prezzi del locale. "Un espresso 1,80 euro, 4,50 per un cappuccino. Non sono i prezzi di un bar di lusso in pieno centro storico ma quelli proposti da Starbucks per il suo primo punto vendita italiano, nel cuore di Milano", si legge in una nota dell'associazione". Sono "prezzi che non hanno trovato l’approvazione del Codacons che, con un esposto, chiede all’Antitrust di verificare la correttezza della pratica commerciale posta in essere dall’azienda".

E domenica terzo giorno consecutivo di fila

Video | La fila sotto la pioggia per entrare da Starbucks

Il motivo della denuncia è presto detto: "Si tratta di tariffe fuori mercato - la linea dell'associazione - che possono rappresentare un danno per gli utenti italiani che vogliono provare l’esperienza di consumare un caffè da Starbucks e devono sottostare a listini decisamente elevati. Pertanto abbiamo deciso di presentare un esposto all’Antitrust affinché verifichi la correttezza della pratica commerciale posta in essere da Starbucks nel primo store milanese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare il "benvenuto" al colosso del Frappuccino, alla vigilia della grande apertura, ci aveva pensato anche l'unione nazionale consumatori, che si era scagliata contro l'azienda, sottolineando come i prezzi fossero decisamente lontani dalla media milanese. A giudicare dalla fila nel giorno dell'inaugurazione, però, i costi non sembrano essere un problema insormontabile. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento