Milano, Starbucks continua la sua espansione e offre lavoro: apre due nuove caffetterie

Le due nuove aperture nei quartieri di Porta Romana (27 giugno) e Corso Vercelli (4 luglio)

Starbucks a Porta Romana

La sintonia tra Starbucks e Milano sembra andare avanti a gonfie vele. Sono previste infatti due nuove aperture: a Porta Romana e in corso Vercelli. Dopo il grande successo della roastery nel palazzo delle Poste in Cordusio, il bar di corso Garibaldi, lo store di San Babila, il locale all'aeroporto di Malpensa e quello in Stazione Centrale.

Così, l'azienda americana consolida la sua presenza a Milano con due nuove aperture nei quartieri di Porta Romana (27 giugno) e Corso Vercelli (4 luglio).

"Ogni quartiere ha una sua storia peculiare e ritmi diversi, per questo abbiamo voluto offrire ai consumatori che ogni giorno popolano le zone di Corso Vercelli e Porta Romana, un ambiente studiato su misura per loro, che li accolga e li ospiti a tutte le ore della giornata grazie a un'attenta selezione dei dettagli", afferma Vincenzo Catrambone, Managing director Starbucks Italia.

Starbucks: nuove opportunità lavorative 

Il piano di sviluppo di Starbucks in Italia ha già dato inizio a molte opportunità lavorative. Con le nuove aperture sono 50 le persone che entrano nella squadra italiana di partner Starbucks. Numerose altre assunzioni saranno fatte nei prossimi mesi offrendo non soltanto opportunità di impiego, ma anche di formazione e crescita professionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento