Atm, ecco le nuove tariffe: biglietti a 2 euro, ma gratis per i più giovani

Giornalieri e settimanali più cari del 33%, mensili del 10, ticket senior solo per gli over 67

Biglietti a 2 euro ma validi anche per l'hinterland, abbonamenti mensili più cari del dieci per cento (anche per gli under 26), giornalieri e settimanali in aumento del 33, viaggi gratis per gli under 14. Sono queste le principali novità del nuovo piano per le tariffe Atm elaborato dalla giunta di Palazzo Marino. A rimanere invariati saranno gli abbonamenti annuali, che potranno anche essere rateizzati in 12 mensilità. Rimangono identiche anche le tariffe per i senior, che però saranno considerati tali solo dopo i 67 anni e non più sopra i 60 (per le donne) e 65 (per gli uomini). 

Un altro cambiamento riguarderà l'abbonamento annuale per le fasce economicamente più deboli: con Isee sotto i 6mila euro l'abbonamento costerà 50 euro. Lo scrive Andrea Senesi su Corriere, riportando i dettagli forniti ai capigruppo del centrosinistra. Ai tre assessori competenti - Marco Granelli per la mobilità, Roberto Tasca per il bilancio e Anna Scavuzzo per la sicurezza - sono state sottoposte proposte e suggerimenti per cambiare il piano tariffario di Atm in modo da trovare i fondi necessari ad aumentare la dimensione e la qualità del servizio.

Non mancano perplessità su questo nuovo piano tariffario dei mezzi pubblici. Il presidente pd della commissione trasporti, Carlo Monguzzi, ad esempio, ha fatto notare la contraddizione di bloccare gli Euro 3 e 4 Diesel e, al contempo "aumentare il costo del trasporto pubblico. "Almeno introduciamo il biglietto 'breve' perché chi fa solo 4-5 fermate di fronte ai costi aumentati sarà tentato di usare l’automobile che diventa più conveniente o addirittura di non pagare: è quindi utile un biglietto leggero di magari 1 euro per queste percorrenze brevi, potrebbe attirare nuova utenza", ha commentato Monguzzi.

Qualche riserva è stata espressa anche da Franco D’Alfonso, lista civica di Sala, che ha chiesto di evitare il rincaro degli abbonamenti mensili, suggerendo di rivedere piuttosto gli importi per accedere all'Area C. Tale proposta però non convince il Pd e il suo capogruppo Filippo Barberis, convinto che i nuovi prezzi di biglietti e abbonamenti tutelino comunque "bambini, giovani, anziani, disoccupati e indigenti", ovvero le fasce di popolazione più fragili e le famiglie, tra cui è fondamentale promuovere l'uso dei mezzi pubblici.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento